Imposte gravanti sull'energia elettrica

Le imposte sulla fornitura di energia elettrica sono:

a) Imposta erariale di consumo (accisa)

b) Imposta sul valore aggiunto (IVA)

a1) Accisa - Usi Domestici 
- Forniture per abitazione di residenza anagrafica ("prima casa"):
- Forniture fino a 3 kW (consumi fino a 150 kWh/mese e consumi oltre 150 kWh/mese)
- Forniture con potenza impegnata oltre 3 kW
- Forniture per non residenti ("seconde case")

  
TIPO DI FORNITURAAccisa €/kWh
Consumi fino a 150 kWh/mese (1)-
Consumi oltre 150 kWh/mese (1)0,022700
Forniture di residenza anagrafica ("prima casa") con potenza impegnata oltre 3 kW0,022700
Forniture per non residenti ("seconde case")0,022700

(1) In caso di forniture con potenza impegnata fino a 1,5 kW: se si consuma fino a 150 kWh/mese, le imposte non vengono applicate. Se invece si consuma di più, i kWh esenti da imposte vengono gradualmente ridotti.

(1) In caso di forniture con potenza impegnata oltre 1,5 kW e fino a 3 kW: se si consuma fino a 220 kW/mese, le imposte non vengono applicate ai primi 150 kWh. Se si consuma di più, i kWh esenti da imposte vengono gradualmente ridotti.

 

a2) Accisa - Illuminazione Pubblica 

  
TIPO DI FORNITURAAccisa €/kWh
1) consumi fino a 200.000 kWh/mese0,012500
2) consumi eccedenti 200.000 kWh/mese0,007500


a3) Accisa - Usi diversi dalle abitazioni e dall' illuminazione pubblica 

  
TIPO DI FORNITURAAccisa €/kWh
1) consumi fino a 200.000 kWh/mese0,012500
2) consumi eccedenti 200.000 kWh/mese0,007500

 

Accisa - Casi di esenzione

Il testo Unico Accise (n. 504, art.17 e 52 del 26/10/95 e successive modifiche e integrazioni) prevede casi di esenzione dell' accisa per alcune tipologie di processi industriali

b) IVA 

  
Categorie%
USI DOMESTICI e assimilati - Servizi condominiali (edifici residenziali)10
ILLUMINAZIONE PUBBLICA*22
USI DIVERSI DALLE ABITAZIONI E DALL' ILLUMINAZIONE PUBBLICA: per uso di imprese estrattive, agricole e manifatturiere comprese le poligrafie, editoriali e simili, funzionamento degli impianti irrigui e di sollevamento e scolo delle acque da parte di Consorzi di bonifica e Consorzi di irrigazione (3)10
USI DIVERSI DALLE ABITAZIONI E DALL' ILLUMINAZIONE PUBBLICA: altre attività*22


(3) Decreto sull' IVA ( D.P.R. n. 633/1972 e successive modifiche ed integrazioni
     Tabella A n.103 e Decreto Legge n.138 del 13 Agosto 2011)
* A decorrere dal 1° ottobre 2013, l'aliquota dell'imposta sul valore aggiunto del 21 per cento e' rideterminata nella misura del 22 per cento secondo quanto disposto dal Decreto-legge del 6 luglio 2011 n. 98 -  Pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 155 del 6 luglio 2011 - Nota: Convertito, con modificazioni, dalla legge 15 luglio 2011 n. 111.

IMPOSTE: 
L' Accisa è destinata allo Stato ed applicata ai prelievi di energia attiva.

L' Imposta sul valore aggiunto (IVA) è applicata al totale corrispettivo per la fornitura (corrispettivo di potenza, corrispettivo punto di prelievo, corrispettivo di energia, comprese l' accisa).

Strumenti

  • Condividi
  • Delicious
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • Technorati
  • Oknotizie
  • Upnews
  • FriendFeed
  • Stumbleupon

Enel Servizio Elettrico

Dove siamo?

Consulta la mappa per scoprire il punto più vicino a te.

CO2 Neutral