LA GEOTERMIA È DONNA: LA STORIA DI GLORIA BALDINI ESEMPIO SUL WEB

Published on venerdì, 28 ottobre 2016

La geotermia è green ma anche pink: Gloria Baldini, residente a Monteverdi Marittimo, 23 anni, perito elettrotecnico e dipendente Enel Green Power nell’Area Geotermica di Lago Boracifero presso gli impianti geotermici nelle province di Pisa e Grosseto, tra la “Valle del diavolo” nell’alta Val di Cecina, la Val di Cornia e le colline metallifere nella zona che va da Larderello a Monteverdi M.mo fino a Monterotondo M.mo, si è meritata infatti la copertina del sito internet di Enel come esempio positivo di “Diversity & Inclusion”.
Enel, infatti, è nella “Top 25” dell’indice Diversity and Inclusion Index di Thomson Reuters, la prestigiosa classifica che prende in esame 5.000 aziende internazionali e seleziona le 100 migliori a livello globale nel rispetto della diversità e nell’inclusione dei propri dipendenti. Parlare più di venti lingue, incontrare ogni giorno persone di culture e provenienze diverse, sentirsi a casa propria in India come in Cile, in Italia come in Sudafrica, vedere giovani donne che hanno ruoli di responsabilità o svolgono mestieri tecnici e operativi, per Enel tutto questo è vita quotidiana.
Gloria Baldini ha raccontato il suo modo di cambiare il mondo sul luogo di lavoro: https://www.enel.com/it/storie/archive/2016/09/Diversita-e-inclusione-i-cardini-del-nostro-quotidiano.html. Una storia bella e toccante che ha riscosso apprezzamento dentro e fuori il mondo Enel: come Gloria, migliaia di persone in Enel sono parte di un progetto di condivisione della creazione di valore, sia all’interno che all’esterno dell’azienda. Per questo la multinazionale dell’informazione economica Thomson Reuters ha inserito Enel al 25° posto dell’indice Diversity & Inclusion (D&I), riconoscendo che le oltre 67.000 persone che lavorano nell’azienda vivono le tante differenze che popolano gli uffici e gli impianti di Enel nel mondo come un’opportunità unica per aprirsi quotidianamente alle novità e al futuro che ci attende.
In geotermia ci sono altre storie femminili, come quella di Sara Montomoli, giovane ingegnera che da alcuni anni è la responsabile di tutta l’Area Geotermica di Lago Boracifero, di Giulia Gistri che opera nell’Area Geotermica Larderello e di molte altre donne che in Enel Green Power hanno ruoli importanti, si assumono responsabilità e si impegnano per favorire uno sviluppo sostenibile e promuovere una società migliore e più inclusiva.
Gloria, insieme a molte altre colleghe, ha aperto un solco e poi un sentiero: “mi sono trovata bene fin dall’inizio – racconta Gloria – nessuno mi ha trattato in modo diverso perché sono una donna che riveste l’inusuale ruolo di elettricista. Sono sempre stata ascoltata come tutti gli altri e le mie esigenze non sono mai passate in secondo piano. Quando torno a casa sono sempre felice, nel fare questo lavoro ti rendi conto che nel mondo puoi essere quella punta che può aiutare a cambiare tutto. Basta crederci. Ringrazio Enel Green Power per aver dato l’opportunità a noi donne di lavorare qui e ringrazio tutti i miei colleghi per avermi sempre sostenuta e incoraggiata”.