Le imprese del Lazio alla scoperta di Futur-e

Pubblicato il lunedì, 4 luglio 2016

Incontro con le imprese delle provincia di Viterbo promosso da Enel e FederLazio dedicato alla procedura di acquisizione e riqualificazione del sito di Montalto di Castro

Istituzioni locali, Enel e i rappresentanti delle piccole e medie Imprese aderenti alla Federlazio di Viterbo si sono dati appuntamento il 20 luglio per approfondire il percorso intrapreso per dare un nuovo futuro alla centrale di Montalto di Castro.

A palazzo Antisari, sede dell’associazione delle PMI del Lazio a Viterbo, una trentina di imprenditori della provincia hanno potuto conoscere maggiori dettagli e stato dell’arte della procedura di acquisizione e riqualificazione del sito Enel, lanciata ufficialmente il 24 maggio 2016 nell’ambito del Progetto Futur-e. 

All’incontro hanno partecipato il presidente della Provincia di Viterbo, Mauro Mazzola, il deputato del Pd Alessandro Mazzoli, il sindaco di Montalto di Castro, Sandro Caci, il presidente di Federlazio Viterbo,Giuseppe Crea, il responsabile Enel Business Development Italia e Russia, Marco Fragale Giuseppe D’Orsi Business, development Enel Italia. 

L’incontro con le imprese associate a FederLazio rispecchia il modello attuato sin dal principio da Futur e che mette il dialogo con il territorio al centro dell’intero progetto. 

Occupazione, sviluppo dell’economia locale, sostenibilità ambientale sono elementi decisivi per individuare le nuove destinazioni d’uso delle centrali coinvolte nel progetto di Enel per questo il confronto con le imprese e le comunità presenti sul territorio assume un valore fondamentale 

La procedura in corso per lo storico sito di Montalto mira a raccogliere proposte di progetti innovativi e sostenibili dal punto di vista sociale, economico e ambientale, con particolare attenzione alle opportunità e alle esigenze della comunità locale. Le proposte verranno valutate da una apposita Commissione giudicatrice la cui terzietà e professionalità è garantita dalla presenza nella stessa di rappresentanti del Politecnico di Milano, mentre le istanze del territorio sono espresse attraverso rappresentanti degli Enti Locali.