Smart e e-goodlife: la vita semplificata grazie alla tecnologia

Pubblicato il lunedì, 7 novembre 2016

Quando parliamo di innovazione e sostenibilità non intendiamo solo la costruzione di grandi infrastrutture o il rilancio di nuove aree produttive. Il funzionamento di questo binomio virtuoso capace di generare crescita e sviluppo sano, grazie alla tecnologia e alla domotica, è anche nelle nostre mani e possiamo gestirlo in modo efficiente ed efficace.

La cosiddetta smart home, intesa come possibilità di controllare e gestire da remoto l'andamento dei consumi e la sicurezza dell'abitazione, è oggi una realtà alla portata di tutti.

Tutto parte dall'evoluzione che negli ultimi anni ha vissuto l'articolato mondo dell'Internet of Things, ovvero il complesso degli oggetti e dei dispositivi connessi tra loro in rete allo scopo di facilitare le nostre vite. Uno scenario in continua crescita: ad oggi in Italia sono 10 milioni gli oggetti connessi e aumentano del 30% da un anno all'altro.

Sono molti di più di quello che pensiamo e coprono tutti gli aspetti della nostra vita e quotidianità: si va dai contatori intelligenti che comunicano direttamente con la centrale alle blackbox dentro le nostre auto, che permettono di visualizzare la nostra guida virtuosa al fine di risparmiare sull'assicurazione, dai semafori intelligenti che grazie a sensori riescono a tener conto anche del traffico, agli allarmi casalinghi.

In questo scenario in rapida evoluzione nasce e-goodlife: una soluzione di Enel per il monitoraggio e la gestione, via smartphone e tablet, dei consumi energetici e degli elettrodomestici. Un aiuto prezioso per le attività della casa, ma anche per le piccole incombenze di tutti i giorni, dalla spesa online alla gestione degli elettrodomestici da remoto. Si tratta in pratica di un app per smarthpone e un kit di prodotti per controllare da remoto i vari aspetti della vita domestica. Uno dei fattori abilitanti di queste soluzioni è l'apertura sia delle tecnologie sia dell'approccio commerciale: per questo Enel GoodLife potrà essere applicata in tutte le case degli italiani, indipendentemente dal fornitore di energia utilizzato.

E' evidente che nelle case eco-compatibili di nuova costruzione questo tipo di soluzioni risultano ancora più potenziate, in particolare nell'attivazione dei pannelli fotovoltaici e nella gestione della produzione, quando eccede rispetto al fabbisogno familiare.

Quello che sta avvenendo in questi anni è una vera e propria mutazione genetica del “sistema-casa”: uno studio dell'Ufficio Studi del portale Immobiliare.it rivela che nel 2025 in Italia il 24% degli immobili in vendita sarà energicamente efficiente e il 52% delle nostre case si troverà in una condizione energetica adeguata. La ricerca inoltre rivela che tra i fattori principali per l'acquisto di una casa nel 2025 vi saranno proprio l'efficienza energetica, la connessione e la domotica.