Riconversioni industriali, Futur-e best practice per sostenibilità

Pubblicato il lunedì, 30 gennaio 2017

Futur-e come progetto guida per il futuro dell'Italia secondo l’Huffington Post. Nello speciale della testata diretta da Lucia Annunziata, intitolato Electrify the World, il programma di Enel spicca nel novero delle nuove riconversioni di centrali elettriche, dotate di “una sensibilità molto più elevata per la sostenibilità ambientale e sociale rispetto ai progetti precedenti”. In particolare, si legge, “l’iniziativa Futur-e mira a trasformare 23 vecchie centrali italiane in luoghi ecosostenibili dedicati a scienza, arte, cultura o turismo secondo i dettami dell’economia circolare”.

All’economia circolare come evoluzione della sostenibilità si rifà anche il progetto di riconversione firmato dall'architetto Renzo Piano: si tratta del rifacimento del GES2 - la centrale elettrica moscovita dei primi del novecento che sorge sulle rive del fiume Moskva, alle spalle del Cremlino - in una grande galleria d'arte contemporanea. L'ex-centrale che occupa un sito di circa 2 ettari nel quartiere Ottobre Rosso diventerà il più grande spazio espositivo per la V-A-C Foundation, un’organizzazione dedicata alla promozione dell’arte, di proprietà del magnate russo degli idrocarburi Leonid Mikhelson, preservando il patrimonio industriale della costruzione, contenendo gli spazi della galleria in un quadro metallico.

L'architetto genovese, che sostiene di aver iniziato la sua carriera di successo costruendo un museo - il Centre George Pompidou a Parigi – “come se fosse una fabbrica”, si trova oggi a costruire una di fronte a una fabbrica dismessa –oggi destituita a simbolo di degrado urbanistico e sociale - per trasformarla in un centro vitale e uno spazio sociale che produca energia culturale. L’obiettivo è dare alla capitale russa uno spazio per la produzione di cultura contemporanea che non sia solo un museo, un auditorium o una sala di proiezioni, ma un laboratorio in cui l’arte diventi una cosa viva, da fabbricare, da produrre, da far girare per il mondo. La nuova struttura aprirà nel 2019 e convertirà il camino dell’edificio in una fonte di ventilazione naturale e, oltre all’installazione di pannelli solari e di un sistema geotermico, verrà delimitata da un bosco metropolitano di betulle. Ed è proprio sulla sostenibilità ambientale e sociale a cui mirano queste nuove riconversioni: impianti energetici riconsegnati alle comunità come spazi creativi e di aggregazione, con un accento particolare sul rispetto dell'ambiente.

GES-2 un tempo simbolo della superpotenza sovietica, oggi è un luogo spento, buio. “Qui porterò la luce - ha detto Renzo Piano al sindaco di Mosca Sergeij Sobianin - Questo posto produceva luce, e io le garantisco che tornerà a farlo, sarà una lanterna magica nel cuore di Mosca”.