L'impegno di ogni città per l'e-mobility

Pubblicato il venerdì, 3 gennaio 2014

Nelle aree urbane si gioca la partita decisiva per la sostenibilità economica e ambientale. È nelle città, infatti, che insieme alla massima concentrazione di abitanti si registrano le più elevate emissioni di inquinanti atmosferici e i maggiori consumi energetici, spesso dovuti a sprechi e inefficienze.

Tra le numerose sfide da vincere quella della mobilità è senza dubbio una delle principali.

Il traffico stradale costituisce la maggiore componente dell'inquinamento dell'aria nelle città (fino al 75% del totale), rappresentando anche il principale rischio sanitario per le popolazioni locali.

La necessità di operare un ripensamento radicale del modello di trasporto urbano è da tempo evidente. Dando priorità a sistemi e a veicoli a basso impatto ambientale, come le vetture a trazione elettrica, che alle elevate prestazioni energetiche abbinano la totale assenza di emissioni: requisito fondamentale per la salute e per l'ambiente delle aree urbane.

Si tratta di un campo di innovazione che in Italia vede il Gruppo Enel particolarmente attivo nella ricerca e nella messa a punto di soluzioni adeguate al particolare contesto urbanistico italiano.

Sono già numerosi i progetti e le città dove si stanno affermando le soluzioni proposte da Enel per allargare il campo di applicazione della mobilità elettrica e per renderla un'opzione di interesse crescente.

In questo cammino, tuttavia, è soprattutto il sostegno convinto e attivo dei sindaci e delle amministrazioni locali che assume importanza fondamentale per portare a buon fine la sfida della mobilità sostenibile.

Un impegno che consente di moltiplicare le politiche e gli strumenti urbanistici e che è quindi indispensabile per creare il contesto favorevole allo sviluppo di una mobilità davvero sostenibile, come è quella basata sull'elettricità.