Un parco di generazione essenziale

Pubblicato il mercoledì, 22 gennaio 2014

A fine dicembre è stato messo a punto da Terna l'elenco degli impianti di produzione essenziali per la sicurezza del sistema elettrico nazionale nell'anno 2014.

Tale elenco, basato su specifiche delibere dell'Autorità per l'energia, comprende 13 centrali termoelettriche distribuite sul territorio nazionale, che sono considerate essenziali per garantire un adeguato servizio di dispacciamento. Si tratta cioè di impianti che risultano tecnicamente e strutturalmente indispensabili al mantenimento di adeguati livelli di sicurezza del sistema elettrico italiano, perché idonei, in caso di necessità, a far sì che Terna possa comunque garantire una opportuna gestione dei flussi di energia sulla rete di trasmissione nazionale (il cosiddetto dispacciamento, appunto).

Di queste centrali essenziali 5 sono di Enel Produzione. Inoltre Terna ha anche redatto un secondo elenco di impianti essenziali che però non sono connessi alla rete nazionale: in pratica centrali in esercizio nelle isole minori italiane. In questo caso, su 23 centrali totali, 10 sono di proprietà Enel Produzione.

Anche questo è un riscontro puntuale sull'efficienza e sull'importanza delparco di generazione elettrica di Enel, che comprende tutte le principali fonti e tecnologie energetiche, con l'unica eccezione (in Italia) del nucleare: carbone, olio, gas, cicli combinati e turbogas nel settore termoelettrico; idroelettrico, geotermico, biomasse, eolico e solare per quanto riguarda le rinnovabili.

In tutto sono 635 le centrali di generazione elettrica gestite da Enel in Italia: 43 impianti termoelettrici, 33 geotermici, 485 idroelettrici, 35 fotovoltaici e 39 eolici. La potenza installata ammonta a 39.947 MW, di cui oltre il 38% (15.224 MW) da centrali a fonti rinnovabili (dati provvisori al settembre 2013).

Nel complesso si tratta di una infrastruttura fondamentale per la sicurezza del Paese e per il suo sviluppo economico e sociale, che Enel è impegnata con investimenti ingenti a rendere sempre più sicura, competitiva e compatibile con l'ambiente. E anche sempre più innovativa, per adeguarsi al mutare delle esigenze della società, del sistema produttivo e dei singoli clienti, grazie ad un grande e costante impegno in ricerca e sviluppo tecnologico. Un settore, quest'ultimo, nel quale Enel è un leader non solo in Italia ma a livello globale, in particolare per lo sviluppo di tecnologie più efficienti e a basso impatto ambientale.