Efficienza energetica: Enel per le imprese

Pubblicato il venerdì, 7 febbraio 2014

Le imprese italiane fanno risparmiare il Paese: secondo il terzo “Rapporto Annuale sull'Efficienza Energetica” predisposto dall'ENEA, infatti, l'industria, insieme al residenziale, ha composto nel 2012 l'80% dei risparmi energetici dal PAEE, il Piano d'azione nazionale per l'efficienza energetica.

L'applicazione delle misure previste dal PAEE ha consentito un risparmio energetico complessivo di circa 75.000 GWh/anno, 30% in più rispetto al 2011 e raggiungendo il 60% dell'obiettivo fissato dal piano per il 2016.

Un obiettivo cui anche Enel Distribuzione concorre, promuovendo la diffusione su larga scala di interventi di efficienza energetica e offrendo un contributo economico collegato al meccanismo nazionale dei Certificati Bianchi. Nel dettaglio, le soluzioni per l'industria e il terziario riguardano motori elettrici, rifasamento distribuito, gruppi continuità statici – UPS, inverter su motori elettrici.

Le informazioni complete sono consultabili sul sito efficienza.eneldistribuzione.it, ed Enel Distribuzione, in particolare, si impegna a raccogliere i dati e la documentazione forniti dagli aderenti per predisporre e presentare uno o più progetti di efficienza energetica al Gestore dei Servizi Energetici (GSE) per l'ottenimento dei corrispondenti Certificati Bianchi.

Successivamente, Enel Distribuzione riconoscerà in un'unica soluzione, alle condizioni previste nei singoli Documenti di Offerta, ai partecipanti all'iniziativa un corrispettivo proporzionato al risparmio energetico generabile dall'intervento di efficienza energetica.

Tornando al Rapporto dell'ENEA, emerge come il terziario, ad oggi, non abbia mostrato progressi di rilievo, soprattutto rispetto ai significativi risultati ottenuti dal settore industriale: l'ENEA, tuttavia, sottolinea che potrebbe migliorare grazie alle disposizioni contenute nel Decreto Certificati Bianchi e al nuovo Conto Termico.