Efficienza energetica: risparmio su misura

Pubblicato il giovedì, 20 febbraio 2014

Efficienza energetica chiavi in mano e su misura. È il vero orizzonte verso il quale devono muovere i servizi ai clienti residenziali alla ricerca di soluzioni efficaci e vantaggiose per risparmiare sulle spese, ridurre i consumi e tutelare ambiente e salute. Al convegno organizzato il 18 febbraio 2014 da Arel su “L'informazione sui consumi per lo sviluppo dell'efficienza energetica”, l'esperienza e le iniziative di Enel Energia hanno rappresentato un esempio di innovazione e sviluppo nei servizi ai consumatori.

Pacchetti di efficienza energetica chiavi in mano, direttamente rateizzati in bolletta a tasso zero: è l'idea lanciata da Enel per portare nelle case di tutti il risparmio energetico con le proposte Enel Green Solution. “Siamo appena partiti in alcune province e entro il 2014 arriveremo in tutta Italia” ha spiegato Gianfilippo Mancini, direttore della divisione generazione, energy management e mercato Italia di Enel. L'obiettivo è “offrire al cliente la soluzione più semplice per installare in casa oggetti come pompe di calore, caldaie a condensazione, pannelli fotovoltaici e solare termico che permettono di ridurre i consumi”.

Gli interventi di efficienza sulle case sono ancora poco diffusi ma potrebbero portare grandi risultati. “Si stima che nei prossimi anni potremmo arrivare a un risparmio di 10 miliardi di euro solo da questo settore - ha puntualizzato Mancini - senza contare che questi strumenti sono i migliori per ridurre le emissioni nelle città”.

La strada verso l'efficienza energetica passa attraverso la costruzione di una vera e propria cultura dell'efficienza, fattore essenziale perché politiche e interventi possano trovare terreno fertile e utilizzo diffuso. Dal punto di vista normativo invece “la prima cosa da fare è la sburocratizzazione, creando uniformità sugli adempimenti su tutto il territorio” ha spiegato Mancini. Aggiungendo che “occorre eliminare la progressività della tariffa elettrica - siamo l'unico paese in Europa dove si spende di più all'aumentare dei consumi - e stabilizzare le detrazioni”.

I contatori elettronici sono stati il primo decisivo passaggio ideato da Enel per aprire la strada dell'efficienza nel servizio e nel consumo di elettricità. Come ha spiegato Mancini, le informazioni che si possono raccogliere con questi strumenti sono utili in primo luogo ai cittadini, che possono conoscere il proprio consumo e ottimizzarlo, ma anche all'azienda che può confrontare i diversi profili e offrire lo stesso tipo di soluzioni a clienti con caratteristiche simili.

L'esperienza diretta dei vantaggi è la leva migliore per diffondere la cultura dell'efficienza energetica tra la popolazione e i consumatori. Il convegno di Arel è stata infatti l'occasione per discutere anche di una tendenza diffusa negli Usa dove - ha raccontato Mancini -  emerge che “segnalare a un consumatore che ci sono suoi vicini che, con simili caratteristiche dell'abitazione, risparmiano più energia, funziona più dell'idea di risparmiare soldi o proteggere l'ambiente”.