La geotermia di Montieri è europea

Pubblicato il martedì, 4 febbraio 2014

60 MW di potenza installata, una produzione annua pari al fabbisogno elettrico di oltre 150.000 famiglie e, in futuro, un sistema di teleriscaldamento ad energia geotermica altamente innovativo, con l'utilizzo del fluido ad alta entalpia: è l'identikit del complesso geotermico di Travale, nell'area del Comune di Montieri (GR).

Un caso d'eccellenza non solo per il Gruppo Enel, ma anche per l'Italia, dato che Travale è l'unico sito dimostrativo italiano nell'ambito del progetto internazionale Geothermal Communities (GEOCOM). Per questa ragione il Comune di Montieri ha recentemente ricevuto la visita della rappresentanza della Commissione Energia dell'Unione, giunta con l'obiettivo di conoscere i dettagli del Progetto di teleriscaldamento a servizio del centro storico, nonché degli interventi di efficienza energetica progettati sugli edifici dell'Amministrazione Comunale e finanziati con fondi europei.

Il gruppo di tecnici della Commissione, con rappresentanti delle Istituzioni regionale e provinciale, è stato ricevuto dal Sindaco di Montieri, Marcello Giuntini; apprezzamenti sono stati espressi per l'operato di Enel Green Power e per la collaborazione con gli Enti locali, nell'ottica di favorire gli usi termici della risorsa geotermica.

“La presenza dell'energia geotermica è vissuta dalla comunità come una ricchezza” ha dichiarato Giuntini ai microfoni di Enel Radio, fornendo inoltre informazioni sul progetto di teleriscaldamento: “in pratica, spilleremo del vapore dal vapordotto, la condotta che penetra nel pozzo geotermico. Questo vapore verrà poi mandato verso la centrale attraverso delle tubazioni coibentate, e trasformato in acqua calda a 130 gradi grazie ad un gruppo di scambio. A quel punto verrà pompata fino al comune di Montieri.”