Interventi alla centrale Enel di La Spezia

Pubblicato il giovedì, 8 maggio 2014

Fermata programmata per l'impianto spezzino di Enel che consentirà la realizzazione degli importanti investimenti programmati per quest'anno. La centrale Eugenio Montale rimarrà ferma per sei settimane per permettere ai tecnici specializzati Enel e delle ditte esterne coinvolte di operare in sicurezza gli ordinari e periodici interventi di manutenzione previsti per gli impianti termoelettrici: revisione generale di turbine, alternatore e caldaia nonché dei principali sistemi di trattamento fumi.

Verrà inoltre realizzato un ammodernamento tecnologico dei sistemi di scarico e trasporto carbone, in particolare della torre T2 di Fossamastra.

Questa fermata programmata ci permette di continuare il processo di miglioramento ed efficientamento che Enel ha sempre operato all'interno dell'impianto spezzino e che proseguirà anche nei prossimi anni”, ha affermato Valter Moro responsabile della centrale di La Spezia.

La fermata di una centrale termoelettrica per l'esecuzione dei lavori di revisione generale dei macchinari, rappresenta un momento di grande attenzione per ciò che riguarda la sicurezza delle persone impegnate. Diventa necessario gestire una complessità di risorse umane e di attività contemporanee che rendono indispensabile una pianificazione scrupolosa fin da diversi mesi prima dell'avvio dei lavori.

L'obiettivo del cantiere è eseguire tutti i lavori programmati con la massima attenzione alla sicurezza di tutto il personale e dello stesso cantiere.

È stato infatti messo a punto un Piano di sicurezza che ha coinvolto il personale Enel e tutte le imprese che include programmi di formazione sulle norme comportamentali da tenere in cantiere e sulla normativa di riferimento.