LED, la luce efficiente che serve all'Italia

Pubblicato il giovedì, 22 maggio 2014

L'ultima, in ordine di tempo, è stata Catanzaro che il 20 maggio ha avviato il programma di riqualificazione dell'illuminazione pubblica sottoscritto dal Comune con Enel Sole. Ma prima della città calabrese migliaia di centri urbani italiani, piccoli e grandi, hanno scelto le soluzioni d'illuminazione intelligente ideate dalla società del Gruppo che oggi gestisce più di 2milioni di punti luce in tutto il Paese.

L'Italia ha superato il miliardo di eurodi spesa annuale per l'illuminazione pubblica dei Comuni nel 2012 e il costo medio per punto luce nel Paese rimane ancora oggi circa il doppio rispetto alla media europea. A fronte di queste cifre sempre più amministrazioni locali si muovono alla ricerca di soluzioni innovative che permettano l'abbattimento dei costi di gestione e fornitura, il miglioramento del servizio e la riduzione degli impatti ambientali. Ed è esplicativo il dato registrato da un recente studio dell'Osservatorio Internet of Thing del Politecnico di Milano: nel 2013 i sistemi di illuminazione intelligente hanno rappresentato il 18% del valore complessivo del mercato legato alle smart city, per un ammontare di 12 milioni di euro e un totale di oltre 400mila lampioni connessi.

A Catanzaro Enel interviene su quasi 13mila centri luminosi, disseminati sull'intero territorio del comune, per i quali garantirà fornitura di energia elettrica, manutenzione degli impianti, riqualificazione energetica e gestione integrata. Il piano di restyling di Enel prevede infatti la progressiva sostituzione di 5.500 centri luminosi esistenti con altrettanti apparecchi a LED e un intervento integrato di gestione e ammodernamento delle infrastrutture.

Riduzione di consumi, costi ed emissioni ma anche aumento della sicurezza e della qualità del servizio. Sono questi gli effetti tangibili dell'installazione di sistemi di illuminazione intelligente che portano benefici economici ed ambientali sia per le amministrazioni comunali che per i cittadini. Archilede High Performance di Enel è infatti un sistema ad elevata efficienza energetica che permetterà al Comune di Catanzaro di ridurre i consumi energetici per l'illuminazione pubblica di circa il 50% e di evitare l'emissione annua di oltre 4.200 tonnellate di CO2.