L'Italia al lavoro con Enel

Pubblicato il venerdì, 2 maggio 2014

Sono 67 in Sicilia, 49 tra Veneto e Friuli, 50 tra Umbria e Toscana ... E sono oltre 600 in tutta Italia: giovani assunti da Enel nel corso del mese di marzo, ragazzi di età compresa tra i 18 e i 29 anni, diplomati con indirizzo tecnico, entrati a far parte dell'azienda. Rientrano nel piano di 1500 nuove assunzioni previste entro il 2014 nell'ambito del ricambio generazionale per sostenere i piani di sviluppo dell'azienda.

I nuovi assunti entrano a far parte di Enel Distribuzione con contratto di apprendistato e sono dislocati in diverse sedi dell'azienda sul territorio nazionale. Le selezioni per i candidati ai posti ancora previsti dal piano andranno avanti fino a dicembre e si svolgeranno principalmente nei vari capoluoghi di Regione per proseguire il percorso di rinnovamento e crescita attivato in questi ultimi anni.

Anche Enel Energia seleziona agenti, professionisti per la vendita di prodotti per l'efficienza energetica (fotovoltaico, solare termico, pompe di calore), contratti di energia elettrica e gas per il mercato libero e una serie di servizi/prodotti altamente innovativi. Ai candidati interessati (che possono inviare il loro curriculum vitae all'indirizzo mail selezioneagenti@enel.com) vengono proposti un percorso di formazione e inquadramento a norma di legge (plurimandatario) con mandato diretto con Enel Energia.

L'attenzione di Enel verso le risorse umane è confermata non solo dalle assunzioni in corso e dalle tante iniziative che l'azienda compie verso i propri dipendenti, vecchi e nuovi, ma anche dai riconoscimenti che il Gruppo riceve per le sue politiche nell'ambito delle risorse umane. Nel 2014, per il quarto anno consecutivo, Enel è stata certificata azienda Top Employers Italia in forza delle condizioni di lavoro offerte ai dipendenti, delle politiche di formazione e sviluppo diffuse a tutti i livelli aziendali e delle strategie di gestione, che confermano Enel tra le aziende italiane leader nell'ambito della HR e impegnata in un continuo miglioramento delle policy e delle best practice.