Caldo in arrivo: le soluzioni Enel

Pubblicato il giovedì, 19 giugno 2014

Sta per chiudersi la parentesi di maltempo dell'ultima settimana e gli italiani si troveranno presto ad affrontare, come consuetudine d'estate, temperature più elevate.

Con l'arrivo del caldo anche i consumi di elettricità per sistemi di condizionamento e refrigerazione aumentano.

Ma quanto?

Dipende: da fattori sui quali non è possibile intervenire, come l'esposizione solare dell'abitazione, e da altri passibili di miglioramenti, come l'isolamento delle pareti, ma anche dalla classe energetica del modello del climatizzatore.

Per quanto riguarda quest'ultimo punto, Enel Energia offre la possibilità di avere in casa climatizzatori ad alta efficienza energetica, con la comodità di un servizio chiavi in mano. Si tratta di climatizzatori in classe A++ per raffrescare e riscaldare gli ambienti senza sprechi, che possono essere tra l'altro controllati da remoto anche fuori casa da tablet o smartphone.

Fino al 31 dicembre, inoltre, per l'installazione di climatizzatori ad alta efficienza la detrazione fiscale è del 50%.

Il sistema più utilizzato, con il quale Enel Energia sta climatizzando le case degli italiani, è il così detto split, costituito da un sistema diviso tra una unità esterna e una o più unità interne.

È il sistema ottimale per le famiglie, in quanto consente, con i suoi costi contenuti e la facilità di installazione, di avere in casa il clima ideale per tutto l'anno, in ogni momento della giornata.

Per climatizzare un solo locale, occorre acquistare la versione mono-split, nel quale all'unità esterna (posizionata per esempio sul terrazzo di casa), viene collegata un'unica unità interna, posizionata nel luogo da climatizzare.

Acquistando invece un sistema multi-split, sarà possibile riscaldare o raffreddare due o piu locali contemporaneamente, installando due o più unità interne e una sola unità esterna.

Un'altra soluzione messa a disposizione da Enel è il solar cooling, un sistema di "raffrescamento solare" che consente di rinfrescare gli ambienti alimentando l'impianto di condizionamento con il calore prodotto da pannelli solari termici anziché con l'energia elettrica che alimenta i condizionatori tradizionali. Questa tecnologia consiste infatti nell'abbinamento tra pannelli solari termici e una macchina frigorifera (assorbitore) per la produzione di freddo.

Una tecnologia che offre numerosi vantaggi, tra cui la possibilità di sfruttare la compresenza della massima disponibilità di radiazione solare con la massima richiesta di freddo in fase di condizionamento, visto che i picchi di richiesta elettrica si realizzano durante la stagione estiva.