Apprendistato: in Campania, Enel avvia un nuovo approccio al lavoro

Pubblicato il lunedì, 14 luglio 2014

La Campania è la prima Regione ad avviare una joint venture tra scuola e impresa, per l'inserimento diretto dei ragazzi delle scuole superiori nel mondo del lavoro. Ed Enel è co-protagonista di questa iniziativa.

Nei giorni scorsi è stato presentato il progetto di apprendistato per gli studenti del IV e V anno degli istituti tecnici a indirizzo elettronico ed elettrotecnico, sulla base di una partnership tra i ministeri dell'Istruzione e dell'Economia, il gruppo elettrico e gli assessorati al Lavoro e all'Istruzione della Regione.

L'intesa prevede la possibilità per gli alunni di inserirsi nel contesto aziendale di Enel, alternando le ore in classe con quelle nelle aree d'impresa più idonee, anche sulla base dei fabbisogni di assunzioni. I ragazzi saranno seguiti da due tutor, uno dell'istituto didattico di provenienza e uno di Enel, mentre la selezione degli studenti-lavoratori avverrà attraverso questionari di orientamento professionale e colloqui individuali per conoscere motivazioni, attitudini e competenze.

I contratti di apprendistato non sono una novità, spiega l'assessore regionale all'Istruzione Cristina Miraglia, ma “questa modalità è assolutamente un unicum e  vede nell'Enel un partner essenziale, che si carica degli aspetti economici del sistema di apprendistato istruzione-lavoro. Una nuova realtà dove l'azienda diventa scuola, formando figure professionali complete e garantendo agli studenti un contratto con un approccio al lavoro vero e realistico”.

Coinvolgere sempre di più le imprese nei percorsi formativi dei ragazzi, aggiunge l'assessore regionale al Lavoro Severino Nappi, sta rivoluzionando l'avvicinamento al lavoro. “La chiave su cui stiamo lavorando – precisa Nappi - è quella di inserire le imprese stabilmente nel sistema della formazione, favorendo questo tipo di aggregazioni”.

La sinergia tra i ministeri dell'Istruzione, del Lavoro e dell'Economia, la Regione Campania ed Enel rientra in un più ampio programma per sfruttare al meglio le possibilità offerte dal nuovo apprendistato scuola-lavoro previsto dal decreto scuola dell'autunno scorso. La Campania è infatti la prima Regione con cui il gruppo guidato da Francesco Starace ha avviato questo tipo di partnership. Presto seguiranno intese anche con le regioni Emilia Romagna, Lazio, Piemonte, Puglia, Toscana e Veneto.