Efficienza energetica, l'Italia rilancia

Pubblicato il mercoledì, 9 luglio 2014

È  in corso di pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale, il decreto legislativo (dlgs) di attuazione della direttiva 2012/27/Ue sull'efficienza energetica. Duplice l'obiettivo del legislatore europeo: diminuire la dipendenza dell'Unione dalle importazioni di energia e centrare gli obiettivi di taglio del 20% di consumi primari entro il 2020. 

Lo strumento scelto per raggiungere questi target potenzia la Strategia Energetica Nazionale, attraverso un piano di efficientamento energetico degli immobili della PA e dei privati, di grandi e piccoli impianti industriali e delle Pmi. Interventi supportati da un Fondo di garanzia, con una dotazione di 800 milioni di euro per il periodo 2014-20, dal rafforzamento dello strumento dei Certificati bianchi, che permettono di ottenere agevolazioni sulle spese per diminuire i consumi energetici e l'installazione di impianti di generazione da fonti rinnovabili.

Un pacchetto strutturato che include misure di maggior trasparenza per i consumatori, con l'introduzione di nuovi metodi di fatturazione basati sui consumi reali, diffusione dei contatori intelligenti, informazione e formazione sul buon uso dell'energia, a partire dalle scuole. Prevista poi la revisione, da parte dell'Autorità per l'energia entro il 30 giugno 2015, del sistema tariffario con il superamento della progressione della tariffa, che oggi penalizza chi ha l'esigenza di consumare di più. L'articolo 16 introduce inoltre sanzioni per tutti i soggetti coinvolti, dalle compagnie energetiche, alle aziende, fino ai condomini.

Tutte misure da cui la Ue e ora il governo italiano – che ha approvato il dlgs attuativo con un mese di ritardo rispetto alla scadenza fissata dalla direttiva 2012/27/Ue – attendono un effetto anti crisi. La transizione verso un'economia energeticamente più efficiente può contribuire a incrementare la competitività del Sistema Paese, con effetti positivi su occupazione ed economia.

Il provvedimento è quindi un'opportunità di crescita in un settore, quello dell'efficienza energetica, dove Enel è già punto di riferimento per le amministrazioni pubbliche, per le aziende e i consumatori, grazie a tecnologie e soluzioni commerciali – dall'illuminazione pubblica a led al teleriscaldamento, fino ai certificati bianchi – studiate sulle diverse esigenze.