Con Enel il semaforo è sempre verde

Pubblicato il martedì, 14 ottobre 2014

Semaforo verde, sempre. Non è l'avverarsi del sogno di ogni automobilista, ma il risultato che molti comuni di Italia stanno ottenendo grazie agli accordi con Enel per la gestione efficiente dell'illuminazione pubblica.

Nell'era della white economy e dell'energia invisibile, come spesso viene definita l'efficienza energetica, la riqualificazione dell'illuminazione pubblica rappresenta una delle sintesi più efficaci tra riduzione di consumi e sprechi, risparmio di costi energetici e di manutenzione, abbattimento delle emissioni di CO2.

Oltre al restyling del sistema di lampioni e punti luce tradizionali, sostituiti con sorgenti a LED ad alta efficienza energetica come Archilede High Performance e Archilede Evolution, gli accordi siglati tra le amministrazioni comunali ed Enel Sole includono negli interventi di riqualificazione dei sistemi di illuminazione pubblica anche la gestione dei semafori. Nella sola Bologna, una delle tante città italiane che si sono affidate all'azienda del Gruppo Enel specializzata nell'illuminazione pubblica e artistica, l'efficientamento del sistema comprende anche 5mila semafori oltre ai 45mila punti luce del capoluogo Emiliano.

Il LED blu ha meritato anche il Nobel per la fisica 2014 conquistando la ribalta silenziosamente dopo un lungo commino iniziato in laboratorio negli anni '90 dai ricercatori giapponesi Isamu Akasaki e Hiroshi Amano e dall'americano Shuji Nakamura. Oggi la luce a LED sta conquistando strade, abitazioni e luoghi pubblici ed è destinata a soppiantare a livello globale le vecchie lampadine a incandescenza inventate nell'800 da Thomas Alva Edison. Basta confrontare i numeri tra le due soluzioni per capire il vantaggio in fatto di efficienza e risparmio: l'illuminazione a LED arriva a garantire una durata di 100mila ore contro le 10mila delle lampade a incandescenza; il LED blu inoltre può raggiungere l'efficienza luminosa di 300 lumen/Watt pari a quella di 16 lampadine tradizionali e 70 lampade a incandescenza.

La gestione degli impianti in 3.750 Comuni in Italia e all'esterofa di Enel Soleil più importante operatore in Italia nel settore dell'illuminazione pubblica, con i più alti standard di sicurezza, qualità, affidabilità e sostenibilità. Le pubbliche amministrazioni possono rivolgersi a Enel Sole per l'affidamento della gestione degli impianti di illuminazione pubblica, con approccio tradizionale o global service, ma anche per la progettazione e la realizzazione degli stessi, così da perseguire i massimi livelli di efficienza energetica tramite, ad esempio, l'installazione di impianti di illuminazione a tecnologia LED (Archilede) o di servizi di telecontrollo.