Con Enel la casa produce energia

Pubblicato il giovedì, 2 ottobre 2014

Un prossimo futuro dove ognuno di noi diventerà un prosumer di energia, produttore e consumatore, grazie a una Rete sempre più diffusa che ci permetterà di condividere tutto: è il futuro delineato dall'economista statunitense Jeremy Rifkin nel suo ultimo libro, “La società a costo marginale zero”.

Secondo Rifkin, nei prossimi decenni l'energia che usiamo per il riscaldamento e il condizionamento delle nostre abitazioni, per gli elettrodomestici e la mobilità privata verrà generata dagli edifici stessi, quasi a costo zero. In questo processo - uno dei pilastri di quella che Rifkin definisce Terza Rivoluzione Industriale - l'Italia ha le carte in regola per trarre grandi benefici.

Questo futuro è già il presente per migliaia di clienti Enel che hanno trasformato le loro abitazioni e le sedi delle loro attività commerciali in microcentrali, capaci di raccogliere sul posto energia rinnovabile.

Sono molte infatti le soluzioni che Enel offre per la produzione di energia in ambito domestico.

Come l'installazione di pannelli fotovoltaici per la produzione di energia elettrica, con un servizio che comprende progettazione, installazione, finanziamento, del monitoraggio dell'energia prodotta e dei servizi di manutenzione nei 20 anni di vita dell'impianto.

O come l'installazione di pannelli per il solare termico, che consente la produzione di calore a bassa temperatura (45 - 65 °C) per il riscaldamento dell'acqua sanitaria e degli ambienti, ma anche per la produzione di calore a media ed alta temperatura (100 - 250 °C) per applicazioni in processi industriali e per la produzione del freddo (solar cooling).

Enel offre inoltre la possibilità di installare impianti mini-eolici per la produzione di energia elettrica; impianti che per effetto delle ridotte dimensioni e della semplicità di installazione si adattano molto bene all'inserimento presso abitazioni privati e aziende.

Un'ulteriore possibilità offerta da Enel agli aspiranti prosumer è l'installazione di un impianto geotermico, ove vi sia un'area sufficiente per la posa delle sonde geotermiche. Questo tipo di impianti offre numerosi vantaggi: si tratta infatti di energia termica gratuita e indipendente dalle temperature esterne, che assicura un funzionamento dell'impianto per 365 giorni l'anno, e che rispetto ad un sistema di riscaldamento con caldaia a metano ha costi di esercizio inferiori di circa il 60%.