L'Europa si illumina a LED

Pubblicato il venerdì, 14 novembre 2014

Enel Sole, la società di Enel dedicata ai sistemi di illuminazione pubblica e domestica, ha preso parte a due progetti europei fornendo soluzioni smart per dare luce a siti e aree urbane di interesse collettivo.

Il primo, denominato Illuminate, ha partecipato con successo a una call del 2011, con la quale l'Unione Europea ha stanziato per la prima volta un finanziamento per l'acquisto di materiali LED. Il progetto prevede l'illuminazione di aree urbane o siti espositivi di pregio con sorgenti a LED, allo scopo di dimostrare che si tratta di una tecnologia ormai matura, valida ed efficiente. Tra i siti pilota in Italia, ci sono il porto antico e l'acquario del comune di Genova, che è anche membro del consorzio nell'ambito delle iniziative di Genova Smart City. In Europa il progetto ha interessato la City Hall di Belfast, lo zoo di Rotterdam, lo Science Center di Copenaghen e due Musei del Mare, in Lituania e a Creta.

“Enel Sole, tra i leader europei nel settore, ha partecipato nel consorzio come ESCO (società che offre servizi energetici) aiutando ciascun sito pilota nella scelta delle migliori tecnologie, con l'obiettivo di coniugare qualità ed efficienza energetica dell'illuminazione e redditività dell'investimento” riferisce Carmelo Andrea Marino, Lighting Senior Designer di Enel Sole.

Il secondo progetto vincitore del bando europeo si chiama Led4Art e prevede un unico sito pilota di estrema importanza, la Cappella Sistina. “L'Unione Europea ci ha chiesto di operare nei due progetti con metodologie comuni, per valutare con i medesimi parametri il risparmio energetico e la qualità della luce degli impianti” spiega ancora Marino, che conclude: “Abbiamo predisposto un piano di comunicazione congiunto e stilato un questionario da sottoporre agli utenti. L'obiettivo è avere così un riscontro sull'efficacia delle realizzazioni”.

La volta di Michelangelo e gli affreschi sulle pareti circostanti saranno illuminati da settemila led che assicurano un risparmio energetico del 60 per cento e metteranno in risalto dettagli impossibili da cogliere in precedenza. Una garanzia per i sei milioni di visitatori annui che beneficeranno della massima qualità nell'esperienza visiva delle opere.