Le start-up “green” decollano con INCENSe

Pubblicato il venerdì, 13 febbraio 2015

Si è concluso di recente il primo dei due bandi di concorso di INCENSe (INternet Cleantech ENablers Spark), il programma dedicato alle start-up attive nella green technology. Nato dalla collaborazione tra Enel, Endesa, l'incubatore danese Accelerace e quello spagnolo Funding Box, il programma è sostenuto dall'Unione Europea che ha messo a disposizione un finanziamento di otto milioni di euro per i progetti più interessanti proposti da giovani imprese.

La prima call to action, lanciata a ottobre, si è conclusa qualche giorno fa con risultati sopra le attese: hanno presentato i loro progetti oltre 230 start-up da 31 Paesi, un numero significativo considerata la particolarità del settore clean tech.

“I risultati del primo bando sono incoraggianti” ha commentato Luciano Tommasi, project manager INCENSe di Enel. “Le start-up che hanno superato la prima prova verranno sottoposte a un processo di valutazione strutturato, da parte del comitato INCENSe e di osservatori esterni che si pronunceranno sul loro potenziale. Verrà poi definita una short-list di imprese che saranno invitate a fare un pitch, la presentazione del loro progetto. In seguito selezioneremo le 14 start-up vincitrici, alle quali offriremo 150.000 euro a fondo perduto per sviluppare le loro attività. Oltre a questo, le inviteremo a svolgere il processo di accelerazione all'interno della nostra organizzazione”.

Un programma che vede una grande azienda come Enel alla ricerca di sinergie con imprese appena nate, nel comune obiettivo di sviluppare servizi innovativi. “Siamo interessati a start-up con modelli di business e tecnologie che possano aiutarci a definire un portafoglio di prodotti da offrire ai nostri clienti, nelle tematiche che riteniamo essere il futuro del settore: efficienza energetica, big data, mobilità elettrica, internet of things” spiega Tommasi.

Nel mese di giugno verrà inoltre lanciato un secondo bando per selezionare ulteriori 28 aziende ad alto potenziale.  I dettagli sulle candidature sono disponibili al sito  www.incense-accelerator.com.