Brindisi, più sicurezza ed efficienza grazie alla tecnologia

Pubblicato il lunedì, 2 marzo 2015

La centrale Enel Federico II di Brindisi, uno degli impianti più all'avanguardia d'Europa, prosegue il suo percorso di innovazione con l'installazione di una rete dedicata 4G-LTE applicata anche al cantiere adiacente, impegnato nella costruzione delle coperture dei carbonili.

Frutto della collaborazione tra Athonet Smartgrid - start-up del progetto di incubazione promosso da Enel - e 3 Italia, operatore mobile del gruppo Hutchison Whampoa, la micro-rete TDD-LTE installata nella centrale si basa su due componenti fondamentali. La piattaforma LTE Virtual Mobile Core Network (EPC), distribuita da Athonet Smartgrid, garantisce il funzionamento di servizi in ultra-broadband a bassissima latenza ed elevata affidabilità, con controllo locale da parte del cliente e a costi accessibili grazie al software completamente virtualizzato. La tecnologia TDD-LTE di 3 Italia consente di distribuire in modo ottimale la capacità tra le due direzioni di trasmissione dati: uplink, originata da sensori, terminali e videocamere, e downlink, proveniente dalle piattaforme di rete.

La soluzione studiata da Athonet Smartgrid e 3 Italia per la centrale “Federico II”, integrata nei sistemi informatici di Enel e in linea con i requisiti richiesti dai protocolli di settore, assicurerà la videosorveglianza live dell'intera area, il monitoraggio dei mezzi, la comunicazione audio-video tra addetti e rete aziendale, la trasmissione di allarmi da sensori fissi o mobili indossati dal personale. Un esempio perfetto di Industrial Internet of Things, il nuovo paradigma di industria smart che punta a elevare gli standard di sicurezza ed efficienza dei processi aziendali.

“La capacità di creare velocemente reti dedicate con tecnologia LTE rappresenta per noi un importante elemento per migliorare la produttività e la sicurezza dei nostri asset produttivi” ha commentato Ernesto Ciorra, responsabile Funzione Innovazione e Sostenibilità di Enel. “Attraverso la nostra strategia di open innovation, che vede la continua collaborazione con startup innovative come Athonet Smartgrid, puntiamo ad ampliare l'offerta di servizi integrati ai clienti di tutte le società del Gruppo”.