Innovare insieme: l'esempio di Enel ed Enea

Pubblicato il mercoledì, 25 marzo 2015

Innovare insieme nel segno dell'eccellenza e dell'energia rinnovabile e sostenibile. È il cuore del protocollo di intesa siglato tra Enel ed Enea il 18 marzo scorso che dà il via a una collaborazione nelle tecnologie per l'impiego di combustibili alternativi negli impianti tradizionali, come biomasse e residui vegetali, oltreché nello sviluppo di tecnologie per l'ambiente, il clima e per aumentare la flessibilità di utilizzo delle centrali tradizionali.

Energia del mare e fotovoltaico di nuova generazione sono due filoni di ricerca specifici dell'accordo per i quali sono stati costituiti due gruppi di lavoro misti Enel-ENEA, con l'obiettivo di definire entro sei mesi un piano di lavoro congiunto dettagliato sui temi d'interesse reciproco. A valle di questa prima fase esplorativa, si passerà ad una seconda fase attuativa delle attività di reciproco interesse.

"Lo sviluppo di tecnologie innovative in campo energetico è fondamentale per centrare gli obiettivi europei di riduzione delle emissioni e gli obiettivi condivisi a livello europeo per il 2020" ha dichiarato il Commissario dell'ENEA, Federico Testa. "Ma è anche una chiave di volta per lo sviluppo, la crescita e la competitività delle aziende del settore con particolare riferimento ai mercati internazionali".

Open innovation e collaborazione sono i tratti distintivi dell'accordo che guarda all'Italia come ad un laboratorio di innovazione in grado di sviluppare soluzioni e tecnologie pronte a competere sul mercato internazionale. "Per poter innovare oggi – spiega Ernesto Ciorra, direttore funzione Innovazione e Sostenibilità di Enel - è necessario abbracciare ciò che viene sviluppato al di fuori del perimetro aziendale e stringere alleanze strategiche, unendosi ad eccellenze italiane e internazionali e creando un network che rafforzi sinergie e punti di forza distintivi".

Le risorse e competenze di Enel sono un patrimonio dell'azienda ed anche dell'intero sistema-Paese. Per questo il Gruppo ha scelto la strada di metterle a fattor comune e integrarle con quelle di altri partner, con un'ampia rete di persone, pronte a recepire stimoli esterni con presidi d'innovazione strutturati in più Paesi e aree aziendali. "Con questo accordo - sottolinea Ciorra - Enel punta a consolidare e rafforzare la strategia di business del Gruppo, da sempre rivolta all'efficienza del parco impianti di generazione e alle fonti rinnovabili. Enea vanta una grande esperienza in campo energetico e condivide con il Gruppo Enel la continua spinta innovativa. Per questo Enea è un partner ideale nel percorso di open innovation del Gruppo".