Mobilità elettrica e turismo, un'alleanza sostenibile

Pubblicato il mercoledì, 4 marzo 2015

Se il futuro della mobilità elettrica passa attraverso la realizzazione di una capillare infrastruttura di ricarica pubblica su strada, la diffusione a livello privato di punti di rifornimento può fornire un contributo rilevante alla diffusione delle e-car. Rispetto alle auto tradizionali infatti, il rifornimento non deve essere effettuato necessariamente in stazioni di servizio dedicate, ma basta “una presa” installata in un qualsiasi parcheggio  privato, incluso quelli di ristoranti, centri commerciali, ma anche e soprattutto alberghi.  

Al pari di altri servizi a valore aggiunto (come la palestra, il centro benessere e l'ormai indispensabile Wi-Fi), la presenza del punto di ricarica per fare il pieno alla propria auto elettrica o ibrida potrebbe diventare presto una discriminante per la scelta dell'hotel in cui fermarsi durante un viaggio di lavoro o per vacanza. Dunque uno strumento di fidelizzazione per i gestori dell'albergo, ma anche un modo per incentivare un turismo – incluso quello fieristico e business – basato su una mobilità a basso impatto ambientale e dunque più sostenibile. A dimostrarlo, recenti iniziative in questa direzione come quella, da ultimo, di un hotel di Savona che ha messo a disposizione dei propri clienti un punto di ricarica nel proprio garage.

Il Gruppo Enel è da anni impegnato nello sviluppo di network per il rifornimento delle auto elettriche a livello territoriale in collaborazione con Regioni, amministrazioni locali e altri operatori. Il modello su cui lavora l'azienda è quello di un'infrastruttura multivendor e interoperabile, ovvero basata su standard comuni e in grado di permettere agli utenti di ricaricare l'e-car con una unica card anche su reti di gestori differenti. Grazie al contatore elettronico e alla gestione remota tramite EMM (Electric Mobility Management) delle infrastrutture, questo modello permette al cliente della mobilità elettrica di scegliere sul mercato il contratto di energia che più soddisfa le sue esigenze.

Enel Energia, con l'offerta Enel Drive, mette a disposizione due tipologie di colonnine di ricarica installabili in ambiti privati: la Box Station e la Pole Station. La prima è pensata per essere installata nel garage o nel giardino di casa, quindi per un utilizzo “familiare”, ma adatto anche a B&B, piccole strutture alberghiere o agriturismi. Infatti gran parte delle auto elettriche utilizzano impianti  a corrente alternata (AC), lo stesso tipo di corrente che alimenta le abitazioni. Alla Box Station è abbinata una tariffa flat “EnelDrive tutto Compreso”: prezzo fisso indipendente dai prelievi effettuati, comprensiva di costo della fornitura di energia elettrica più canone di noleggio dell'infrastruttura e ricarica presso colonnine pubbliche. Per chi invece preferisce pagare in base ai consumi c'è l'offerta “EnelDrive Free”.

La Pole Station è invece l'infrastruttura studiata per essere installata sulle strade, quindi in luoghi pubblici o anche privati, ma accessibili al pubblico come ad esempio i parcheggi di centri commerciali. Si tratta quindi di una vera e propria colonnina di ricarica che grazie all'offerta “EnelDrive Station” può essere acquistata da utenti privanti, anche indipendentemente dalla fornitura di energia.

In ogni caso, indipendentemente dall'infrastruttura di ricarica, nell'ambito delle offerte strettamente connesse al rifornimento dei veicoli elettrici, Enel offre diverse soluzioni per ogni tipo di esigenza.