EnergyMed, il lato verde del Mediterraneo

Pubblicato il venerdì, 17 aprile 2015

Efficienza energetica, riciclaggio, mobilità elettrica. I tre pilastri della green economy sono stati protagonisti dell'ottava edizione di EnergyMed, tradizionale evento di approfondimento sul settore dell'energia a zero emissioni e sullo sviluppo green dell'area del Mediterraneo ideato dall'Agenzia Napoletana Energia e Ambiente (ANEA) e realizzato in partnership con Enel, ABC, Napoletanagas e Mostra d'Oltremare.

La manifestazione, una vera e propria mostra-convegno, si è tenuta a Napoli nei diecimila metri quadrati della Mostra d'Oltremare. Nell'area espositiva articolata in tre padiglioni tematici (EnerEfficiency, Recicle e Mobility) le imprese, tra cui Enel Distribuzione, hanno potuto mostrare ai clienti le ultime novità della loro gamma di prodotti e servizi green. Un ampio spazio del quartiere fieristico è stato riservato a una sessione congressuale con oltre 40 convegni, incontri e dibattiti, che hanno rappresentato un'importante occasione di aggiornamento professionale per gli operatori del settore.

Grazie all'impegno dell'ICE, l'agenzia governativa per la promozione all'estero e l'internazionalizzazione delle imprese italiane, sono intervenute a Napoli numerose delegazioni straniere provenienti da Arabia Saudita, Nord Africa, Asia, Europa del Nord e dell'Est che hanno preso parte a incontri business to business con le aziende italiane presenti nel salone.

Tra i temi al centro del dibattito, anche lo sviluppo delle Smart City, le città intelligenti del futuro, a Napoli e nel Mediterraneo. Enel, che vanta in quest'ambito numerosi progetti nel mondo, dall'Europa all'America Latina, è già attiva nel Sud Italia a Bari e Cosenza con il progetto RES NOVAE (Reti, Edifici, Strade, Nuovi Obiettivi Virtuosi per l'Ambiente e l'Energia) che punta a ottimizzare i flussi energetici cittadini con soluzioni innovative, e in Basilicata con l'integrazione di tecnologie ICT per interventi di efficienza energetica e valorizzazione del patrimonio culturale e paesaggistico.