Innovazione e sostenibilità per un'Economia Positiva

Pubblicato il mercoledì, 15 aprile 2015

Bilanciare la produzione di energia con la crescita sostenibile. È questa la filosofia che guida la strategia di sviluppo del Gruppo Enel. Lo ha ricordato la presidente Patrizia Grieco in occasione della seconda edizione del Positive Economy Forum.

L'iniziativa organizzata dalla comunità di San Patrignano ha l'obiettivo di promuovere, insieme a esperti del mondo accademico e a rappresentanti di istituzioni, imprese e società civile, una crescita responsabile e sostenibile e un modello economico al servizio della società.

La presidente di Enel è intervenuta nell'ambito del panel Una crescita sostenibile e più inclusiva in Europa”, affrontando temi centrali per un'azienda attiva in un settore, quello dell'energia, che ha un impatto rilevante nella vita delle persone, per l'ambiente e per il territorio.  

Nell'ultimo secolo, ha ricordato la Grieco, l'energia si è affermata come fattore abilitante del progresso sociale ed economico. Un legame che oggi è ancora più strategico. La tematica ambientale, la scarsità delle risorse e l'aumento dei consumi stanno spingendo con urgenza le aziende alla ricerca di nuove, e più inclusive, soluzioni. In questo contesto, sostenibilità e innovazione diventano fattori chiave.

“So benissimo – ha affermato la presidente di Enel – che l'obiettivo di ogni azienda è il profitto, ma è necessaria prima di tutto la sostenibilità economica, che significa anche sicurezza sul lavoro, attenzione e rispetto per l'ambiente, rapporti positivi con le comunità locali”.

L'energia è vita ma la sua produzione, ha osservato la presidente Grieco, ha un costo. E ancora oggi nel mondo sono un miliardo le persone che non vi hanno accesso, mentre un altro miliardo vi accede in modo discontinuo. Per dare soluzione a questo problema, ha aggiunto, è necessario integrare decisioni strategiche di business con logiche di responsabilità sociale d'impresa: “Serve – ha sottolineato - un nuovo modello di energia. Oggi l'Enel è arrivata al 40% di energie rinnovabili le quali non possono essere conservate e vanno gestite. Il mondo – ha continuato - ha fame di elettricità sostenibile”. Un tema su cui il Gruppo è impegnato con diverse iniziative nel mondo.

Il piano strategico di Enel 2015-2019, ha concluso la presidente di Enel, si basa su due direttrici fondamentali di crescita: “Le rinnovabili, dove stiamo crescendo molto, e le innovazioni sulle reti, già fortemente innovative”. Un piano che punta a valorizzare gli interventi in Italia dove l'azienda ha un ruolo centrale, ma che punta anche sui mercati esteri, anche per contribuire a uno sviluppo sostenibile nei Paesi emergenti.

Nel suo intervento, la Grieco ha anche ricordato l'impegno diretto nel sociale del Gruppo attraverso la Enel Cuore, che collabora attivamente con la comunità di San Patrignano.