Invasioni Digitali all'Archivio Storico Enel

Pubblicato il venerdì, 24 aprile 2015

La cultura d'impresa di Enel e la storia dell'elettricità in Italia diventano social e 2.0. In concomitanza del settantesimo anniversario della Liberazione, domani, 25 aprile, l'Archivio Storico Enel si lascerà invadere da visitatori “armati” di smartphone e tablet pronti a condividere, con l'hashtag #archivioEnel, sui social network immagini, percorsi e testimonianze del museo dell'energia.

Enel ha infatti aderito all'iniziativa Invasioni Digitali (#invasionidigitali) che propone l'apertura straordinaria di musei, luoghi d'arte, centri storici e archivi per accogliere quei visitatori che - oltre a voler scoprire tesori nascosti e testimonianze storiche del nostro Paese - vogliono anche renderle virali e farle conoscere al pubblico del web.

“Abbiamo aderito con entusiasmo a questo progetto - spiega Paolo De Luce responsabile dell'Archivio Storico Enel - perché l'obiettivo è quello di avvicinare i più giovani al mondo della cultura, attraverso i social media. E questo è il punto di forza dell'iniziativa: creare un legame molto stretto tra “l'invasore” e il “luogo invaso”. Dunque chi visiterà domani l'archivio storico diventerà protagonista di questa “invasionedigitale”, scattando foto, condividendole in tempo reale su Facebook, Twitter, Instagram e dando vita a una conoscenza virale di questa esperienza”.

Tra gli “invasori digitali” che visiteranno l'Archivio Enel, sono attesi esponenti dell'Associazione Siti Reali, che si propone di rilanciare Napoli e il meridione a partire proprio dalla cultura, dai giovani e dalle eccellenze del territorio. I visitatori potranno così condividere sui social il percorso espositivo che racconta la storia dell'industria elettrica italiana e quella dell'illuminazione nelle città, da Milano a Napoli, testimoniando anche il cambiamento economico e sociale che l'elettricità ha portato nella vita di tutti i giorni.

L'Archivio Storico Enel è stato fondato a Napoli nel 2008, riunisce otto archivi territoriali e raccoglie documenti di oltre 1.270 società elettriche confluite, nel 1962, nell'ex Ente Nazionale per l'Energia Elettrica.

Per organizzare una visita all'Archivio Storico Enel in occasione delle “Invasioni digitali” sarà necessario prenotare e compilare il modulo al sito http://www.invasionidigitali.it/it/content/diventa-un-invasore-digitale.