Coltiviamo energia intelligente, Enel per Expo 2015

Pubblicato il venerdì, 8 maggio 2015

La tecnologia smart grid di Enel ha dato vita a Expo Milano 2015 al primo sistema urbano totalmente elettrico, efficiente e green field. L'energia che alimenta i Padiglioni e tutti i servizi proviene da fonti rinnovabili ed è distribuita da una rete intelligente controllata da remoto grazie all'Energy Management System, progettato in collaborazione con Siemens.

Un'innovazione invisibile agli occhi, che il Gruppo, partner tecnologico dell'evento, racconta nel Padiglione Corporate attraverso video, infografiche, immagini e uno spazio architettonico progettato per rappresentare la smart grid.

“Posso dire di essere orgogliosa di essere Enel e di essere italiana, perché Expo 2015 è un grande evento per l'Italia”, ha commentato la Presidente Enel Patrizia Grieco visitando, insieme ad alcuni top manager dell'azienda, il Padiglione del Gruppo.

A ispirare il disegno della struttura, realizzata dallo studio Piuarch, è la smart grid e il concetto della condivisione dell'energia: ovvero gli stessi elementi alla base delle tecnologie messe in campo da Enel Distribuzione per l'area espositiva. Enel ha infatti costruito un sistema di gestione innovativo dell'elettricità che interpreta e realizza il tema di Expo 2015, Nutrire il pianeta, energia per la vita.

L'obiettivo dell'esposizione è infatti promuovere un'alimentazione più sostenibile a partire dalla gestione delle risorse fino alla riduzione degli sprechi. Allo stesso modo Enel con la smart grid applica per la prima volta un insieme di tecnologie innovative in uno spazio paragonabile a quello di una città di 100mila abitanti, dando vita a una vera smart city, più efficiente, digitale e costruita su misura per le persone che la vivono.

“La necessità e l'opportunità di partecipare a un momento così straordinario per il nostro Paese – ha sottolineato Carlo Tamburi direttore della Country Italia – si sposa perfettamente con Enel e con la missione della Country Italia”. A Expo 2015, ha spiegato Tamburi in un articolo pubblicato su Oxygen, Enel ha portato un Made in Italy inaspettato. Non è infatti un caso che il modello di smart city elettrica e sostenibile nasca in Italia: “Il nostro è il Paese con la rete elettrica più automatizzata e digitalizzata del pianeta. Enel ha una leadership internazionale nel settore e, prima al mondo, ha introdotto soluzioni come il telecontrollo e i contatori digitali che hanno radicalmente trasformato il modo di distribuire l'energia”.

All'inaugurazione di Expo 2015 è intervenuto anche Livio Gallo Direttore della Divisione Globale Infrastrutture e Reti, che ha ricordato con orgoglio il lavoro svolto: “Dopo due anni di fatica, di sforzi di progettazione e di lavoro, siamo veramente orgogliosi di rappresentare Enel con tutte le nostre tecnologie, con la nostra presenza nel mondo, con la capacità e la competenza delle nostre persone”.

“Il messaggio veramente importante che vogliamo comunicare – ha concluso Ryan O'Keeffe direttore della comunicazione di Enel - è che l'Italia è il mercato energetico più avanzato al mondo. Siamo qui per far vedere a tutti di cosa si tratta, cosa siamo capaci di fare e come possiamo essere utili agli altri”.