Enel per le aziende e il territorio

Pubblicato il giovedì, 4 giugno 2015

Per ogni impresa, soprattutto le tante PMI che costituiscono oltre il 90% della produzione industriale e manifatturiera del Paese, consumi e costi dell'energia rappresentano una voce di spesa significativa del business. Per questo Enel si qualifica sempre più come un partner delle aziende italiane in grado di offrire servizi su misura di fornitura delle commodity integrandoli anche con soluzioni di efficienza energetica, controllo dei consumi e persino di sostenibilità ambientale. Recenti esempi in questo senso vengono dalla Toscana e dalla Calabria.

Oltre 5200 aziende delle aree geotermiche nelle province di Pisa, Grosseto e Siena potranno usufruire di uno sconto di circa il 10% sul prezzo dell'energia elettrica fornita. Si tratta di 2610 imprese manifatturiere, operative in 16 Comuni, che danno lavoro a quasi 10000 addetti e di 2674 imprese agricole che occupano altre migliaia di lavoratori. La fornitura sarà erogata al prezzo che Enel pratica ai suoi migliori clienti e l'offerta equipara di fatto i prezzi praticati a tutte le imprese presenti nel territorio geotermico a quelli riservati ai clienti industriali, con una riduzione della bolletta elettrica in grado di compensare lo svantaggio logistico delle zone interessate. Ai vantaggi sulla bolletta elettrica si uniscono quelli, già presenti, legati all'utilizzo del calore geotermico da parte di aziende locali.

In Calabria la partnership Enel-aziende ha come protagoniste Enel Energia e Unindustria Calabria con il primo accordo commerciale firmato dalla società del Gruppo per il mercato libero e un'associazione regionale di Confindustria. L'innovativa intesa, siglata a Catanzaro il 27 aprile scorso, consentirà di sviluppare iniziative per informare le imprese associate a Unindustria Calabria delle opportunità derivanti dalla maggiore efficienza e dalla migliore gestione dei propri consumi di energia elettrica. Ogni associato potrà così ottimizzare i propri consumi energetici, e ridurre l'incidenza del costo dell'energia, scegliendo, con condizioni vantaggiose, i prodotti e le soluzioni tecnologiche, di Enel Energia, più confacenti alle proprie esigenze. Inoltre l'accordo prevede ulteriori iniziative, che saranno svolte in collaborazione con partner del settore automotive, relative alla promozione della mobilità sostenibile con auto e bici elettriche.

Il legame con i territori è parte del DNA di Enel sin dalla sua nascita. Lo sviluppo di impianti e reti, avvenuto nel corso degli oltre 50 anni di storia dell'azienda, ha accompagnato la crescita del Paese e le diverse stagioni che ha attraversato l'Italia nel corso dei decenni. Oggi, con una situazione economica ancora segnata dagli strascichi della crisi globale e dalla stagnazione dei mercati maturi, Enel prosegue nel suo ruolo rimodulando il proprio business a partire dal calo dei consumi e dalla trasformazione dell'intero settore energetico caratterizzato da sviluppo delle rinnovabili, della generazione distribuita e della digitalizzazione del sistema elettrico, così come dalla crescente esigenza di sostenibilità ambientale ed economica lungo tutta la filiera operativa, dagli impianti di produzione ai consumatori finali. Gli accordi di Toscana e Calabria confermano quindi la costante attenzione che Enel riserva al territorio, anche in questo particolare frangente storico, così come documenta per altri versi il progetto Futur-E, ideato da Enel per la definizione condivisa con istituzioni e popolazioni locali del futuro di 23 siti non più produttivi.