Reti intelligenti, Enel realizza un laboratorio-show room certificato LEED

Pubblicato il mercoledì, 3 giugno 2015

Nuovo look e una nuova funzione per il centro prove Enel Distribuzione di via Rubattino, a Milano. In occasione di Expo Milano 2015, l'azienda ha deciso di riqualificare l'intera struttura, con un intervento studiato e in chiave sostenibile.

L'attenzione messa nel progetto, in particolare  per gli aspetti di efficienza energetica ed eco-compatibilità ha permesso a Enel di intraprendere il processo per ottenere la prestigiosa certificazione LEED (Leadership in Energy and Environmental Design). Un riconoscimento sviluppato dall'associazione U.S. Green Building Council (USGBC) riconosciuta a edifici realizzati con un approccio orientato alla sostenibilità.

L'Enel Smart Grid Lab è diventata così la prima sede di un'azienda in Italia a ottenere questo tipo di certificazione. Inoltre la riqualificazione è servita anche per adattare gli spazi del centro a ospitare visitatori interessati a conoscere le tecnologie smart grid sviluppate da Enel Distribuzione.

“Il laboratorio-show room di via Rubattino, spiega Paola Petroni Responsabile Network Technology di Enel Distribuzione, era la sede di un centro di controllo di una cabina primaria. L'abbiamo recuperata senza alterare l'edificio, ma i lavori che sono in corso lo renderanno certificato golden, che vuol dire ad alta efficienza energetica”.

“La struttura – racconta Claudio Goffi, responsabile centro prove Smart Grids – è nata una decina di anni fa per testare le funzionalità degli apparati installati nelle cabine primarie e secondarie e nelle sale operative.  Nel centro è stata testata la smart grid con esercizio a schema magliato: ovvero una linea elettrica non più radiale, ma a petalo. Di fatto, connessa lungo due punti su una stessa semi-sbarra. Ed è questa la tecnologia che Enel ha replicato per il sito espositivo di Expo Milano 2015”.

“Il centro, ricorda ancora Petroni, ha già avuto moltissime visite da istituti di ricerca, università, membri della commissione Europea, rappresentanti di altre utility”. E in occasione di EXPO è atteso un flusso ancora maggiore. È per questo che è stato deciso di rendere l'ambiente della struttura ancora più accogliente, mantenendo allo stesso tempo la sua funzione reale e di contenuto: un laboratorio dove gli ingegneri di Enel sviluppano soluzioni per le reti intelligenti, testano le auto elettriche e l'infrastruttura di ricarica.

Per assolvere al meglio alla funzione di show-room è stata allestita una sala di accoglienza con un touch-screen 42 pollici al piano terra. Il software utilizzato permetterà ai visitatori di visualizzare sia le tecnologie messe in campo da Enel per Expo 2015, sia le caratteristiche del progetto e tutte le tecnologie green building alla base della riqualificazione della struttura che hanno permesso a Enel di ottenere la certificazione LEED.