Uso efficiente dell'acqua, le iniziative di Enel

Pubblicato il lunedì, 22 giugno 2015

Il processo di produzione di energia elettrica richiede l'utilizzo di ingenti quantità di acqua. Una risorsa comune e globale, ma con una disponibilità che dipende dalle condizioni locali e può variare nello spazio e nel tempo, esponendo a rischi l'intero ciclo energetico. L'importanza della relazione tra acqua ed energia è stata riconosciuta dall'Agenzia Internazionale per l'Energia (AIE), che ha dichiarato nel World Energy Outlook (il suo rapporto annuale) come sia necessario, per assicurare la fornitura di energia, modificare le politiche convenzionali in campo idrico e operare secondo un approccio integrato, creando sinergie tra i settori.

In questo quadro, il Gruppo Enel si e` posto come obiettivo per il 2020 la riduzione del 10 per cento, rispetto ai dati del 2010, del consumo totale di acqua. Per raggiungerlo, Enel effettua un costante monitoraggio di tutti i siti di produzione che si trovano in zone a rischio di scarsità idrica e sta investendo nell'applicazione di sistemi per ridurre i consumi di acqua nei processi produttivi e migliorarne l'efficienza.

Le centrali Enel di Brindisi e Torrevaldaliga Nord, ad esempio, sono state dotate di sistemi Zero Liquid Discharge (ZLD). Lo ZLD permette una gestione sostenibile degli spurghi liquidi degli impianti di desolforazione delle centrali termoelettriche, evitando lo scarico in mare a conclusione del trattamento nel rispetto dei limiti di legge (D.Lgs. 152) e destinando i reflui degli impianti al riutilizzo nel processo produttivo. Grazie allo ZLD è possibile risparmiare oltre 600 tonnellate di acqua all'ora.

Va inoltre sottolineato che il 99 per cento dell'acqua prelevata dal Gruppo Enel per fini industriali viene nuovamente immessa al bacino idrico di provenienza. 

Enel, che partecipa dal 2013 al CDP Water, e` stata la prima utility al mondo ad attuare una ulteriore valutazione sull'utilizzo delle risorse idriche con Aqua Gauge, programma sviluppato da Ceres e World Business Council for Sustainable Development  per rispondere alle esigenze di investitori interessati a comprendere come le aziende gestiscano le risorse idriche e i rischi ad esse correlati.