citta-efficienti-un-impegno-comune

Pubblicato il venerdì, 17 luglio 2015

"L'energia rappresenta un fattore di crescita economica, benessere e progresso tecnologico e sociale. Credo che il nostro Paese debba esercitare uno sforzo congiunto, che parta dalle istituzioni e arrivi ai singoli cittadini, affinché l'efficienza energetica diventi un pensar comune, un tema di primaria importanza". Così Carlo Tamburi, direttore Country Italia di Enel, ha introdotto la presentazione di L'efficienza energetica a misura di cittadino: possibili scenari per Firenze, lo studio promosso da Enel, Legambiente e Comune di Firenze con l'obiettivo di valorizzare i benefici economici, sociali e occupazionali derivanti dall'attuazione di pratiche di efficienza nel capoluogo toscano.

All'evento, tenutosi il 16 luglio a Palazzo Vecchio (sede del Comune di Firenze), sono intervenuti anche il sindaco di Firenze Dario Nardella, il vicepresidente di Legambiente Edoardo Zanchini e il responsabile Mercato Italia di Enel Nicola Lanzetta, che ha preso parte a una tavola rotonda con esperti del settore.

Lo studio intende analizzare quali possano essere i benefici dell'efficienza energetica nella vita di tutti i giorni per cittadini, ambiente e indotto, proponendo soluzioni per la diffusione di tecnologie efficienti in ambito edilizio e nel comparto della mobilità.

Firenze è stata scelta per lo studio grazie alle sue peculiarità: un esempio di come le città italiane possano adattarsi, nonostante i vincoli storico architettonici propri di una città d'arte, alle sfide che l'evoluzione tecnologica e le esigenze energetico-ambientali comportano.

Per accelerare questo processo, le utilities energetiche giocano un ruolo chiave. Enel ha messo la diffusione dell'efficienza energetica al centro della sua strategia di crescita, tanto nel settore residenziale (attraverso offerte di prodotti e servizi con logica "chiavi in mano") quanto nel settore delle imprese e delle Pubbliche Amministrazioni, con offerte personalizzate che spaziano dalla cogenerazione alla climatizzazione, dall'efficientamento dei processi industriali all'illuminazione pubblica. La multinazionale elettrica è molto attiva anche nel settore della mobilità a zero emissioni, con una gamma di offerte per la ricarica dei veicoli elettrici in ambito pubblico e domestico.

"Enel punta ad assumere sempre più un ruolo di riferimento non solo dal punto di vista commerciale, ma anche sul fronte della diffusione di una cultura dell'efficienza energetica e della lotta agli ostacoli che ne hanno finora limitato lo sviluppo. In questo percorso una stretta collaborazione con le Amministrazioni comunitarie, nazionali e locali rappresenta senza ombra di dubbio un elemento cruciale" ha concluso Tamburi.