Patrizia Grieco per Womens Weeks cibo ed energia sono vita

Pubblicato il mercoledì, 1 luglio 2015

"Cibo ed energia hanno molto in comune. E la prima cosa che mi viene in mente è che cibo ed energia sono vita".  Al Women's Forum Italy,  promosso da Valore D il 29 e 30 giugno a Expo 2015 nell'ambito del progetto We Women for Expo, la presidente del Gruppo Enel,  Patrizia Grieco,  entra "a gamba tesa" sul tema centrale dell'Esposizione di Milano, il binomio tra alimentazione ed energia.

"Non c'è vita senza cibo, ma è anche vero che non c'è vita senza energia che ci permette di nutrirci, di scaldarci, di muoverci e di prenderci cura di noi stessi". La presidente Grieco ha argomentato con precisione il parallelismo nel corso di un panel dal titolo How to power agriculture in the future?, moderato da Sally Uren, Chief Executive, Forum For The Future e cui ha preso parte Joe Cerrell, Managing Director, Global Policy & Advocacy, Bill & Melinda Gates Foundation.

Un secondo elemento di comunanza, ha spiegato la Grieco, è che le risorse naturali, così essenziali per la sopravvivenza umana, stanno diventando sempre più scarse e limitate, mentre la loro domanda continua a crescere. Infatti, nel mondo circa lo stesso numero di persone che soffrono la fame non hanno accesso all'energia e il paradosso dello spreco di cibo nelle aree sviluppate e la sua mancanza nelle zone rurali, si replica nel settore energetico dove al surplus di generazione in alcune zone, fa da contraltare la mancanza totale di produzione in aree isolate del mondo.

Per superare queste dicotomie, ha aggiunto la presidente di Enel, le soluzioni sia per l'alimentazione che per l'energia sembrano andare verso la stessa direzione: sostenibilità nell'uso delle risorse naturali, razionalizzazione della distribuzione e dei consumi e innovazione.

"L'innovazione – ha sottolineato Grieco - è l'unica parola chiave per costruire il futuro, producendo di più con meno risorse". Dunque, sia nel settore alimentare che in quello energetico la via da percorre è quella della creazione di un  modello più sostenibile che faccia leva sull'innovazione tecnologica per trovare nuove soluzioni. Soluzioni come quelle sviluppate da Enel per il sito espositivo di Expo Milano 2015 dove l'utilizzo di tecnologie all'avanguardia come la smart grid, che permette di integrare le rinnovabili nella rete di distribuzione, ottimizzando consumi, hanno permesso la creazione di una smart city sostenibile e green.

Saranno infatti le nuove tecnologie a guidare la "transizione energetica" da un modello tradizionale di consumo e di produzione a uno basato sull'utilizzo di fonti rinnovabili, reti intelligenti, sistemi di generazione distribuita, efficienza energetica e stoccaggio dell'energia. "Perché - ha concluso la  presidente del Gruppo Enel -  l'innovazione e la sostenibilità vanno di pari passo, e non c'è sostenibilità senza innovazione tecnologica, e viceversa".