Energia senza fine, dal sole il futuro sostenibile

Pubblicato il martedì, 18 agosto 2015

Il sole è fonte inesauribile di energia, la risorsa più “abbondante” cui attingere per superare la sfida della lotta ai cambiamenti climatici. Un fonte rinnovabile per la produzione sostenibile di elettricità, in cui Enel, attraverso la controllata Enel Green Power, continua a investire per innovare e perfezionare le tecnologie fotovoltaiche e non solo.

In questo contesto si inquadra l'accordo di collaborazione sottoscritto in primavera con l'Enea, che prevede la costituzione di gruppi di ricerca per sviluppare e sperimentare soluzioni innovative per l'ambiente, il clima, la produzione di energia dal mare e il solare di nuova generazione.

Alla collaborazione con l'Ente nazionale di ricerca si è affiancato più di recente un progetto industriale per rilanciare la controllata 3SUN e valorizzare il polo tecnologico di Catania: una vera “road map” per rafforzare la leadership di EGP nelle tecnologie fotovoltaiche in Italia, per valorizzare il polo siciliano e per esportare queste innovazioni nel mondo.

Il piano ha alla base un programma di ricerca su celle solari e materiali innovativi il cui obiettivo è mettere a punto una tecnologia definita a “eterogiunzione”. Una soluzione ibrida che unisce le caratteristiche migliori del film sottile, vale a dire la elevata producibilità energetica nelle regioni con climi caldi (principale target del mercato dei parchi fotovoltaici), con l’alta efficienza di conversione, tipica della tecnologia del silicio cristallino o multi cristallino. Un altro vantaggio del “pannello a eterogiunzione” rispetto a quelli tradizionali, è che permetterebbe di raccogliere la luce diffusa anche dal retro del modulo e quindi di produrre almeno il 15 per cento in  più di energia.

Il programma della durata di tre anni prevede la conversione della tecnologia a film sottili di 3SUN nella nuova a partire da metà del 2018. Per accelerarne lo sviluppo, EGP lavora alla definizione di un progetto che faccia leva sulle potenzialità industriali del polo tecnologico di Catania e sul supporto di Enea, CNR e Università di Catania e di Roma.