Alternanza scuola-lavoro, si riparte

Pubblicato il lunedì, 28 settembre 2015

Creare un ponte tra scuola e imprese è indispensabile per favorire l’ingresso dei giovani nel mondo del lavoro. A seguito dell’entrata in vigore della legge 128/2013, Enel ha elaborato, in collaborazione con i Ministeri dell’Istruzione e del Lavoro, le Regioni e le organizzazioni sindacali, un Programma sperimentale di alto apprendistato per l’alternanza scuola-lavoro, divenuto operativo nel 2014. L’iniziativa, rivolta agli studenti degli ultimi due anni di scuole superiori a indirizzo tecnico, ha visto l’assunzione in apprendistato di 145 studenti del 4° anno di sette istituti tecnici nelle città di Venezia, Civitavecchia, Brindisi, Piacenza, Napoli, Torino e Firenze.

I ragazzi coinvolti hanno trascorso un giorno a settimana in azienda, mentre durante il periodo estivo hanno avuto la possibilità di effettuare un training on the job presso le unità operative sulla rete elettrica e nelle centrali di generazione.

Con l’avvio del nuovo anno scolastico è iniziata in questi giorni la settimana di formazione trasversale dedicata agli apprendisti, che prevede moduli congiunti per i tutors aziendali e scolastici che affiancano i ragazzi. Il modulo formativo dedicato agli studenti parte da una riflessione sull’esperienza maturata nel primo anno di apprendistato e nel periodo di training on the job, per poi affrontare le dimensioni organizzative, tecniche e relazionali. I ragazzi potranno così comprendere l’importanza del lavoro in team, la centralità della comunicazione e della relazione con il cliente e la necessità di sviluppare un pensiero proattivo e innovativo.

Un ampio spazio è riservato alla sicurezza sul lavoro, tema prioritario per Enel, e in particolare al concetto di rappresentazione e percezione del rischio. La formazione rivolta ai tutors scolastici e aziendali sarà focalizzata sulle dimensioni connesse al loro ruolo, con l’obiettivo di mettere a confronto culture, esperienze e aspettative.

Si tratta di una delle prime esperienze di apprendistato di alta formazione realizzata in sinergia tra istituzioni e aziende. Le competenze acquisite sul campo dagli studenti saranno certificate ai fini del loro curriculum vitae. Enel, dal canto suo, potrà assumere nelle aree della distribuzione e della produzione di energia elettrica giovani diplomati già in grado di entrare nell'area operativa.