Enel, il made in Italy e l’energia del mare

Pubblicato il martedì, 29 settembre 2015

Dall'isola d'Elba a Pantelleria con l'Oceano sull'orizzonte. Enel Green Power ha da poco messo in mare in Sicilia un nuovo prototipo per produrre energia utilizzando il moto ondoso, arricchendo il suo parco macchine di marine energy, proseguendo lungo la strada dell'open innovation per ampliare il portafoglio di tecnologie per le fonti rinnovabili e confermando il valore del made in Italy come eccellenza nella ricerca di soluzioni innovative nella green tech.

La Inertial Sea Wave Energy Converter (ISWEC) messa in acqua a Pantelleria è una macchina nata dalla collaborazione tra Enel Green Power e l'azienda Wave for Energy, spin-off del Politecnico di Torino, che sfrutta il moto ondoso superficiale per convertirlo in energia elettrica. Il prototipo sviluppa una potenza elettrica di 100kW e nella prima fase di test l'energia prodotta sarà dissipata attraverso resistenze interne allo scafo mentre in seguito la macchina verrà allacciata alla rete elettrica dell'isola. L'ISWEC è composto da uno scafo di metallo che racchiude tutta la parte di conversione meccanica, il sistema di raffreddamento, accumulo ed elettronica, in un ambiente totalmente stagno: caratteristiche che rendono il sistema molto compatto e lontano dall'aggressività dell'acqua di mare quindi affidabile e sicuro.

La ISWEC segue la R115, realizzata da 40 South Energy e installato già nel 2013 per EGP sulle coste della Toscana, è stata la prima macchina per la marine energyentrata a far parte del parco tecnologico di Enel e anche il primo dispositivo installato nel Mediterraneo a essere inserito in un registro nazionale pubblico per i dispositivi marini (ovvero nel Registro Italiano per gli impianti di energia con una capacità compresa tra 60 kW e 5 MW nella categoria "Oceanic Plant Type").

La marine energy di Enel cresce nel Mediterraneo e guarda all'Oceano. Con la R115 e la ISWEC Enel Green Power ha infatti avviato un percorso che guarda alle potenzialità globali dell'energia del mare. EGP partecipa infatti all'associazioneOcean Energy Europe, che raccoglie 105 membri tra aziende, utility e centri ricerca impegnati nel settore, e nel 2014 è stata selezionata dalla Corporación de Fomento de la Producción (CORFO), l'Organizzazione per lo sviluppo economico del Cile, per creare un Centro internazionale di eccellenza per le energie marine nel Paese latinoamericano.