Risparmio energetico, il ruolo delle utility

Pubblicato il lunedì, 19 ottobre 2015

Lo sviluppo della sostenibilità basato su risparmio ed  efficienza energetica inizia nelle nostre case, e le utility hanno il compito di guidare questo processo. Se ne è discusso a Bologna nella tavola rotonda “Re Energize” promossa da Nomisma nell’ambito del Convegno SAIE, tra i principali appuntamenti dedicati al settore dell’edilizia. Tra i partecipanti Salvatore Giordano (Nomisma), Giorgio Golinelli (Hera), Sandro Attilio Scansani (Politecnico di Milano) e il responsabile Mercato Area di Enel Nicola Lanzetta.

Tra i temi al centro del dibattito il ruolo delle utility nel risparmio energetico, i modelli di intervento sul patrimonio edilizio e gli standard e i protocolli internazionali di certificazione. Come evidenziato dall’ISTAT, il parco edilizio residenziale italiano è caratterizzato in gran parte da edifici vetusti e tecnologie inefficienti. Più del 50 per cento degli immobili risale a un periodo precedente al 1970, mentre il 65 per cento è in classe energetica G e assorbe oltre il 40 per cento di energia.

Nel suo intervento Lanzetta ha sottolineato che modificare lo status quo per ridurre i consumi energetici è oggi possibile anche con piccoli interventi. Il mercato è, infatti, in grado di offrire soluzioni tecnologiche e impiantistiche di ultima generazione per rendere più efficienti le abitazioni e abbattere il livello di emissioni inquinanti: ammodernamento degli impianti di climatizzazione, integrazione di piccoli impianti rinnovabili, sostituzione di impianti di illuminazione tradizionali con sistemi a LED.

Enel Energia ha posto l’efficienza energetica al centro dei suoi piani di sviluppo, in linea con l’evoluzione da semplice fornitore di energia (commodity provider) a fornitore di un pacchetto completo di servizi (full service provider). “Si tratta di una notevole trasformazione, soprattutto se vista dall’esterno” ha dichiarato Lanzetta. “In realtà è un processo in continuità con quello che storicamente è stato il ruolo di una utility, declinato però nel contesto attuale, volto a coniugare fabbisogno energetico e sostenibilità ambientale.”

La società di Enel ha lanciato un pacchetto di offerte residenziali basate su tecnologie efficienti (pompe di calore, caldaie a condensazione) e rinnovabili (fotovoltaico). Una serie di soluzioni, pensate per rispondere alle esigenze di ciascun cliente (residenziale o business) che permettono di migliorare efficienza e produttività utilizzando in maniera più razionale l’energia elettrica e il gas. Questo modello di business, che permette al cliente di risparmiare mantenendo alti standard qualitativi, è stato definito “chiavi in mano”. Il cliente viene infatti assistito da Enel Energia in tutte le fasi del processo, dalle autorizzazioni alle verifiche tecniche preliminari, dall’installazione del prodotto all’ottenimento dell’incentivo, fino alla manutenzione. Il pacchetto completo di prodotti e servizi ad alta efficienza è disponibile sul portale www.enelenergia.it.