Enel a confronto con le Istituzioni

Pubblicato il lunedì, 23 novembre 2015

Una serie di incontri tra il management Enel ed esponenti del Governo e delle istituzioni, con l’obiettivo di confrontarsi su temi strategici per lo sviluppo del Paese in cui l’apporto di un’azienda come Enel può essere fondamentale. L’iniziativa, promossa dall’Unità Affari Istituzionali di Enel, consiste in una “colazione” di lavoro presso il quartier generale aziendale a Roma, con 60 minuti a disposizione degli speaker per dialogare su argomenti di attualità o di preminente interesse per il settore elettrico.

A inaugurare il ciclo di tavole rotonde è stato il ministro dell’Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare Gian Luca Galletti. Al centro del dibattito la prossima Conferenza sul Clima (COP21, che si terrà a Parigi nei prossimi giorni), un appuntamento chiave per l’ambiente e l’economia dei prossimi decenni e cui per la prima volta parteciperanno anche aziende come Enel, tra i principali attori del processo di decarbonizzazione. “Ci presenteremo al tavolo di Parigi con obiettivi virtuosi. Come Unione Europea abbiamo già stretto un accordo, vincolante dal punto di vista giuridico, che prevede il taglio delle emissioni di CO2 di almeno il 40 per cento entro il 2030. Ora ci aspettiamo lo stesso livello di ambizione da tutti gli altri Paesi” ha dichiarato il ministro a margine dell’evento.

Diversi i temi al centro del secondo appuntamento, che ha avuto come interlocutore istituzionale il sottosegretario del Ministero dello Sviluppo Economico Simona Vicari. Sulla geotermia, settore in cui l’Italia è il primo paese in Europa e il sesto al mondo per capacità installata grazie alle centrali toscane di Enel, è intervenuto Carlo Pignoloni, responsabile Europa e Nord Africa della divisione Energie Rinnovabili di Enel. Nicola Lanzetta, responsabile Mercato Italia di Enel, si è invece confrontato sul tema delle bollette energetiche.

Non poteva poi mancare una riflessione sulle smart city dopo l’esperienza di Expo 2015, una vera e propria città di centomila abitanti di cui Enel (come Official Global Partner) ha gestito l’intero sistema energetico. “EXPO è stato un punto d’arrivo per quanto riguarda le più moderne tecnologie che abbiamo sviluppato finora, ma anche un punto di partenza per progettare applicazioni sempre più intelligenti” ha osservato Livio Gallo, direttore della Divisione Infrastrutture e Reti Globale di Enel.

Il ciclo di eventi continuerà nelle prossime settimane, con focus su altre importanti tematiche di business e di interesse nazionale, tra cui il mercato del lavoro e la finanza agevolata.