Enel Cuore rinnova il suo look digitale

Pubblicato il venerdì, 6 novembre 2015

“In dieci anni di vita, Enel Cuore ha portato avanti 570 progetti a favore di 400mila beneficiari per 52 miliardi di erogazioni. Sono numeri importanti. Ora, dal 2014 ci stiamo occupando degli “holes”, i “buchi” nella società, quelle ferite che si aprono dove il Welfare non arriva e dove sprofondano prima di tutto i bambini. Per questo stiamo cercando di intervenire su scuola, famiglia, povertà”. Così la presidente di Enel Cuore, Patrizia Grieco, ha spiegato in una recente intervista il cambiamento in corso nelle strategie della Onlus di Enel. Un rinnovamento che passa attraverso una maggiore attenzione verso anziani e bambini, con progetti mirati a sostenere un disagio sociale sempre più esteso, sull’intero territorio nazionale.

“La sensibilità rispetto a certi temi – ha spiegato ancora la Grieco – è enormemente cresciuta negli ultimi anni. Molte aziende infatti stanno aumentando il livello di attenzione verso una crescita responsabile. La nostra Onlus rappresenta il braccio armato della filantropia di Enel, ma non è avulsa dalla strategia sostenibile del Gruppo. Anzi, ne è parte integrante”.

Una strategia che si traduce anche nel rinnovamento della propria comunicazione digitale: di fatto, il nuovo sito web è uno spazio di informazione dal design chiaro ed evoluto e dalla struttura di contenuti semplificata e narrativa. Con una progettazione dietro le quinte che tiene conto della cosiddetta User Experience, dell’analisi cioè dei comportamenti e delle aspettative degli utenti.

Nell’homepage si parte dunque dalle Linee Guida, dai Progetti e dai Risultati, veri pilastri attraverso i quali far emergere la sostanza delle attività operative della Onlus di Enel:

• Prossimità, ai bisogni delle persone
• Cura dei bambini e degli anziani
• Crescita della comunità e del terzo settore che lavorano in Italia
• Opportunità di una nuova cultura della solidarietà
• Connessione tra i diversi servizi alla persona
• Partnership con enti non profit, fondazioni e istituzioni
• Integrazione con le strategie del Gruppo, in particolare in termini di sostenibilità

Nell’ambito dei progetti, spazio non solo ai numeri ma anche alla componente narrativa, laddove il racconto (che siano news, progetti, parole chiave) si snoda attraverso esperienze personali e gallerie di immagini evocative. Non ultimo l’approccio grafico in chiave mobile, dove la sequenza visiva verticale è privilegiata rispetto a una classica navigazione a più livelli.

Un sito web, in sostanza, leggibile e leggero: vicino alla capacità di attenzione di un pubblico maturo, ma altrettanto digital da essere letto e consultato da una platea di giovani e meno giovani, interessati a conoscere. Ma soprattutto a partecipare.