Firenze diventa smart con Enel

Pubblicato il giovedì, 5 novembre 2015

Un investimento di circa 1,4 milioni di euro e interventi di innovazione digitale sulle reti elettriche di cui beneficeranno oltre 92mila abitanti di Firenze permettendo di evitare l'emissione di 3.100 di tonnellate di CO2 annue. Sono alcuni dei numeri del contributo di Enel Distribuzione al progetto smart city che il capoluogo toscano avvierà dal 1 gennaio 2016 essendosi aggiudicato il bando europeo Replicate.

Gli obiettivi del progetto, che renderà Firenze uno degli esempi più avanzati di città intelligente a livello europeo, punta su efficientamento energetico, mobilità sostenibile, innovazione tecnologica. Partner dell'iniziativa promossa dal Comune sono, oltre a Enel Distribuzione, Cnr, Mathema, Telecom Italia-Tim, Thales, Spes e Università degli Studi di Firenze.

Enel Distribuzione creerà una vera e propria smart city nelle tre aree pilota individuate dal progetto, i quartieri di Novoli, Cascine e Piagge. Una grande opera di innovazione che introdurrà tecnologie smart sulle linee di distribuzione ma anche nelle case dei fiorentini. Enel Distribuzione prevede infatti interventi su cinque cabine primarie e oltre 100 cabine secondarie, di cui potranno beneficiare oltre 92mila abitanti per un risparmio di 3.100 di tonnellate di CO2 annue, sulle quali verranno installate le funzionalità più evolute di controllo e automazione di rete favorendo anche l'integrazione delle rinnovabili.

Il contributo smart di Enel raggiunge poi le case di fiorentini mettendo a loro disposizione 600 smart info che consentiranno ai cittadini di monitorare e gestire i consumi in modo intelligente. Per quanto riguarda i trasporti, Enel supporterà attivamente il Comune nei progetti di mobilità sostenibile attraverso sistemi di monitoraggio, ricarica e informazioni smart da rendere disponibili ai cittadini.