L'Italia a Parigi 100 eccellenze per COP21

Pubblicato il mercoledì, 25 novembre 2015

L'Italia chiama la Francia in vista della conferenza mondiale sul clima e presenta 100 storie di eccellenza ed efficienza del Bel Paese, piccole e medie imprese tricolori che operano nel settore elettrico e hanno fatto dell'innovazione, della ricerca e della green technology la loro bandiera oltre che il loro modello vincente di business.

I campioni dell'energia verde "made in Italy" sono i protagonisti dello studio "100 Italian Energy Stories" presentato il 24 novembre dall'AD di Enel, Francesco Starace, e dal presidente di Symbola, Ermete Realacci. A pochi giorni dal summit dell'Onu dedicato alle sfide dei cambiamenti climatici le 100 storie di successo raccontano come si possa coniugare mercato e ambiente, sviluppo e sostenibilità facendo innovazione e interpretando con lungimiranza le trasformazioni in atto a livello globale. Raccontano anche il ruolo centrale del settore elettrico, l'eccellenza delle tante imprese, piccole e grandi, che lo popolano e la leadership mondiale dell'Italia in fatto di efficienza energetica e tecnologie rinnovabili.

"Il primo gigante energetico verde" del Pianeta - così The Guardian ha definito Enel – è promotore e al contempo beneficiario di questa "onda verde" tra le imprese italiane. Secondo le dinamiche dell'open innovation, i 100 campioni sostenibili del "made in Italy" energetico sono potenziali partner di ogni grande azienda che intende sviluppare il proprio business low carbon e allo stesso tempo traggono giovamento da multinazionali come Enel che ha avviato ormai da tempo un nuovo corso basato su tecnologie smart, nuove rinnovabili e generazione elettrica sostenibile.

"L'innovazione e la sostenibilità, lo sviluppo delle energie rinnovabili e delle tecnologie legate alle reti intelligenti e all'efficienza energetica rivestono un ruolo di primo piano nel business di Enel", ha aggiunto Starace. "Il Gruppo è impegnato a giocare un ruolo attivo nel percorso di decarbonizzazione attraverso le sue attività industriali e si è dato come obiettivo di raggiungere la carbon neutrality prima del 2050. Auspichiamo che in occasione dell'incontro di COP21 a Parigi si giunga ad un accordo globale sul clima in grado di dare segnali forti in questa direzione".

I numeri green dell'Italia descrivono un Paese leader mondiale sotto tanti punti di vista. Realacci lo ha definito "un positivo spread green" ricordando che "siamo primi tra i grandi Paesi europei per eco-efficienza del sistema produttivo e siamo all'avanguardia per quota di energia rinnovabile nella produzione elettrica (43,3%)". Le cifre parlano anche di un contributo del fotovoltaico (7,8%) al mix elettrico nazionale superiore a quello di Paesi come Germania (7%), Giappone (3%), Usa e Cina (1% ca.). Ma anche di efficienza nei consumi energetici dell'economia nazionale: l'Italia si attesta a 15 tonnellate di petrolio equivalente per milione di euro, la Gran Bretagna 12 - avendo un settore manifatturiero più ridotto - la Francia 16, mentre Spagna e Germania 18.

I cento campioni verdi del made in Italy sono: 3SUN, 40South Energy, Advanced Devices, AFNonlus, Agenzia CasaClima, Albarubens, Ambiente Italia, Angelantoni Group, Ares2T, Aria, assoRinnovabili, Astroflex, Athonet Smartgrid, BaxEnergy Italia, Bitron, Brandoni Solare, BTicino, CalBatt, Campus Universitario di Savona, CESI, CHOSE – Università di Tor Vergata, CNR – IMEM Parma, Convert Italia, Cubit, Elettrocostruzioni, Elettronica Santerno, Elianto, ELVI, ENEA, ENESSERE, ETA, EXERGY, FIAMM, Fimer, FlexGrid, FlyTop, Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile, Global Compact Network Italia, greenApes, Greenpeace Italia, Habitech, HEnergia, Henesis, i-EM, Ikrotec, IMAT, Iren, Istituto Eni Donegani, Istituto Italiano di Tecnologia (IIT), Jonica Impianti, Kyoto Club, La Fabbrica del Sole, Laser Navigation, Legambiente, LEITWIND, Liter of Light Italia, Lithops, Loccioni, LUISS ENLABS, MAC, MATIS (CNR – IMM), MC Energy GTS, MHY-TEC, MIB-SOLAR, Midori, Omet, Panoptes, PENSOTTI FABBRICA CALDAIE LEGNANO, Politecnico di Milano – Dipartimento di Energia, Politecnico di Torino, Prysmian Group, Renzo Piano Building Workshop, RES4MED, RSE, Rubner, SBskin, Scuola Superiore Sant'Anna – TeCIP, s.d.i. Automazione Industriale, SELTA, SIC Divisione Elettronica, SITE, SMART GRIDS ITALIA, Smart-I, Solarexpo – The Innovation Cloud, Solbian Energie Alternative, Spin8, TechFlue, Tera, Terna, TIS innovation park, Turboden, TW-TeamWare, UbiEst, Ubiquicom, Underground Power, Università di Trento, WavEnergy.it, Wave for Energy, weAR, WWF Italia.