Futur-E I vincitori del Concorso internazionale di idee di Alessandria

Pubblicato il giovedì, 10 dicembre 2015

Un parco tematico dedicato agli sport estremi per chi ama il bungee jumping o il wakeboard, un polo agricolo che coniuga eccellenze e prodotti locali a km 0 oppure un polo di ricerca oncologico dotato di residenze assistite e di un centro per trattamenti riabilitanti. Il futuro della centrale Enel di Alessandria potrebbe prendere la forma di una di queste tre proposte, vincitrici del Concorso internazionale di idee bandito nell'ambito del progetto Futur-E per raccogliere idee e soluzioni per riqualificare l'area dell'impianto termoelettrico di Enel nel capoluogo piemontese.

La selezione dei vincitori del primo concorso di idee, promosso per individuare la destinazione d'uso di uno dei 23 impianti interessati da Futur-E, è avvenuta attraverso la valutazione delle proposte inviate da circa 200 partecipanti alla "gara di idee" lanciata a luglio da Enel alla quale hanno risposto team da 9 Paesi di Europa, Africa e America Latina.

La giuria del concorso, composta da rappresentanti di Enel, Comune di Alessandria, Politecnico di Milano e Università del Piemonte Orientale, ha assegnato tre premi e due menzioni speciali

PRIMO CLASSIFICATO (premio 20.000 €)

XXL - Xtreme Xperience Land 

Ambito sportivo

Team proponente: Prof. Arch. Antonello Stella, Daniele Durante (Studio BV36), Ing. Maurizio Urbani

Il progetto prevede la realizzazione di un parco dedicato agli sport estremi, suddiviso in 5 aree tematiche (acqua, terra, aria, energia e natura). I due ex-serbatoi sono riutilizzati rispettivamente per attività indoor di arrampicata (area terra) e immersioni subacquee/tuffi d'altura (area acqua); esternamente, l'uno è circondato da aree dedicate a skate, bmx, pattini e parkour, l'altro da aree per attività quali surf e wakeboard. Nell'area dedicata all'aria, viene insediato un simulatore di paracadutismo e vengono collocate diverse attività, quali bungee jumping, base fly e corsa in verticale. Nell'area energia, i gruppi turbogas, i camini e il carroponte costituiscono l'ambiente per un parco avventura; un'ampia area verde è inoltre dedicata a diverse attività sportive (area natura). Nel sito viene insediato un unico, nuovo, "edificio-percorso" che si snoda attraverso l'area, offrendo anche interessanti affacci in quota all'interno dei serbatoi, dai quali osservare le attività in corso. L'edificio contiene gli spogliatoi, una sala medica, una zona ristoro, negozi specializzati e un auditorium, dedicato ad attività formative e di team building, che possono essere svolte anche all'interno del parco.

SECONDO CLASSIFICATO (premio 15.000 €)

Anello di una storia che continua

Ambito agri-business

Team proponente: Alice Bottelli (studio DBmLab Architects), Giuseppe Joi Donati (studio DBmLab Architects), Arch. Stefano Antonelli, Ing. Ferruccio Galmozzi (DIGIERRE 3 Srl)

Il progetto prevede di trasformare il sito in un polo agricolo di eccellenza, dove coniugare ricerca scientifica (dedicata principalmente alla realizzazione di una banca del germoplasma, in cui selezionare e conservare sementi autoctone di specie vegetali pregiate o in via di estinzione), la produzione di varietà locali e il consumo a km zero di prodotti del territorio. Il sito viene conseguentemente suddiviso in tre aree: a sud vengono collocati gli spazi destinati alle attività di ricerca/comunicazione delle attività del polo agricolo (comprendenti laboratori, uffici, serre ed una vertical farm), l'area centrale viene dedicata alla coltivazione in campo di varietà locali mentre, a nord del sito, vengono insediati spazi per la ristorazione e mercato, dedicati alla vendita e al consumo dei prodotti locali.

TERZO CLASSIFICATO (premio 10.000 €)

C.O.R.ZE.T.TI Centro Oncologico, Residenze assistite e Trattamenti riabilitanti

Ambito ospedaliero socio-assistenziale

Team proponente: Alice Bottelli (studio DBmLab Architects), Giuseppe Joi Donati (studio DBmLab Architects), Arch. Stefano Antonelli, Ing. Ferruccio Galmozzi (DIGIERRE 3 Srl)

Il progetto prevede la realizzazione di un centro di ricerca oncologico, una Residenza Socio Assistenziale, un centro riabilitativo, una chiesa/auditorium e una Università della Terza Età. Il progetto valorizza alcune strutture preesistenti, in particolare i due serbatoi, il carroponte e un camino. La soluzione architettonica prevede la tipologia a corte e ben si inserisce nel contesto; viene inoltre prevista la realizzazione di numerose coperture verdi.

MENZIONE SPECIALE

E-City

Ambito ricerca

Team proponente: Arch. Luigi Centola (Centola & Associati), Arch. Mauro Piantelli (DE8 Architetti), Ing. Arch. Giovanni Zallocco (ERREGI Srl) 

Il progetto consiste nella trasformazione della Centrale in un "Hub elettrico" con stoccaggio, ricarica, assistenza e distribuzione di energia pulita, commercializzazione e smaltimento di batterie per sistemi full-electric (per la domotica e la mobilità ad emissioni zero). Il progetto prevede un'area eventi in corrispondenza del carroponte, che viene mantenuto nella sua attuale collocazione, aree per la ricerca, start-up e co-working funzionali alla e-city, un headquarter dedicato all'esposizione/vendita per la mobilità elettrica e sistemi full-electric per la casa. I due serbatoi sono dedicati allo stoccaggio di batterie e circondati da un circuito di kart elettrici.

MENZIONE SPECIALE

LIIG – Lissändria Innovation Garden

Ambito ricerca

Team proponente: Arch. Matteo Valente, Ing. Davide Baccarin

Il progetto prevede la realizzazione di un parco scientifico tecnologico dedicato alle piccole imprese con la presenza di laboratori, aree didattiche e spazi per il co-working. Completano la struttura del campus servizi di incubazione ed accelerazione di impresa ed una residenza temporanea. I due serbatoi, memoria del passato industriale del sito, sono adibiti rispettivamente a funzione didattica e centro conferenze. Vengono inoltre riutilizzati: il carroponte, al di sotto del quale viene collocato il centro laboratori, i serbatoi minori ed altre strutture.

Con la designazione dei vincitori si apre ora la seconda fase del Concorso durante la quale Enel approfondirà i progetti al fine di individuare un soggetto realizzatore. Per scoprire di più sui vincitori e restare aggiornati sull'evoluzione di Futur-E è possibile visitare il sito dedicato all'iniziativa www.futur-e.enel.it.