Tutte le strade portano alla sostenibilità

Pubblicato il lunedì, 11 gennaio 2016

Le case, le auto, le strade e, logicamente, anche gli impianti e le reti elettriche. L'energia sta portando la sostenibilità in ogni aspetto della vita quotidiana grazie a tecnologie digitali, investimenti, innovazione e anche alle collaborazione tra privato e pubblico, aziende e cittadini. Il 2015 di Enel è stato contrassegnato da progetti, iniziative e accordi che hanno percorso in vario modo le tante strade della sostenibilità.

Le rinnovabili sono sempre più sostenibili grazie a nuove tecnologie, open innovation, partnership tra operatori del settore e accordi tra pubblico e privato. Oltre a implementare soluzioni digitali come i Big Data per accrescere l'efficienza degli impianti e renderne più efficace la manutenzione, abbiamo dato vita a collaborazioni per ottimizzare la gestione e l'utilizzo dei campi rinnovabili italiani. La Carta per il rinnovamento eolico sostenibile, sottoscritta insieme all' Associazione nazionale dei comuni Italiani (ANCI), Legambiente e operatori del settore, così come l'accordo siglato con F2I per una joint venture del fotovoltaico in Italia sono due esempi di iniziative che seguono modalità diverse per l'unico scopo della sostenibilità economica e ambientale delle rinnovabili.

La sostenibilità delle case italiane cresce grazie alla diffusione delle mini-rinnovabili per l'autoproduzione di energia e al crescente utilizzo di impianti efficienti, elettrodomestici di nuova generazione e illuminazione intelligente. Cartina al tornasole delle crescente sensibilità dei consumatori italiani verso tutte le soluzioni sostenibili per la casa è, ad esempio, il numero di lampade a LED che viene installato nelle abitazioni private. In poco tempo siamo diventati i principali rivenditori sul mercato nazionale dell'illuminazione di nuova generazione, ogni mese i nostri clienti acquistano circa 100mila esemplari di lampade a LED e nel novembre dello scorso anno abbiamo venduto la milionesima lampadina contribuendo così ad accrescere la sostenibilità a livello domestico sotto molteplici punti di vista. Test e studi hanno infatti rilevato che l'utilizzo di un milioni di lampade a LED in sostituzione della stessa quantità di modelli tradizionali consente ogni anno di evitare l'emissione di 16.495 tonnellate di CO2 e di ridurre i consumi di elettricità di 45GWh con diretti.

Con #iosonoelettrica abbiamo portato in tour la mobilità sostenibile in 14 città italiane per raccontare la tecnologia, le soluzioni e i vantaggi delle auto elettriche a zero emissioni. Dal 2008 ad oggi abbiamo installato più di 1600 colonnine di ricarica in tutta Italia dando vita ad accordi con amministrazioni pubbliche e operatori energetici per facilitare la diffusione dei punti di ricarica e garantirne la interoperabilità. Insieme alla crescita dell'infrastruttura - destinata ad essere implementata anche sulle arterie autostradali e nelle aree metropolitane -  abbiamo proseguito anche nello sviluppo delle tecnologie per fare "il pieno di elettricità" in modo sempre più rapido e nelle partnership con le case automobilistiche per realizzare soluzioni tecnologiche condivise a livello internazionale e migliorare continuamente le prestazioni di ricarica.

Reti e città intelligenti sono il filo rosso del decennio in corso. Il 2015 ha visto il completamento di diversi progetti - RES NOVAE a Bari e Cosenza e la smart city di EXPO, solo per citare due degli esempi più noti - lasciandone in eredità anche di nuovi da realizzare, come il progetto Smart City Firenze avviato dal comune toscano nell'ambito del progetto europeo Replicate al quale collaboreremo con un intervento ad ampio raggio: creeremo una vera e propria smart city nelle tre aree pilota individuate dal progetto che interesserà oltre 92mila abitanti per un risparmio di 3.100 di tonnellate di CO2 annue; metteremo a disposizione 600 smart info per consentire ai cittadini di monitorare e gestire i consumi in modo intelligente, supporteremo attivamente il Comune nei progetti di mobilità sostenibile attraverso sistemi di monitoraggio, ricarica e informazioni smart da rendere disponibili alla popolazione locale; installeremo su cinque cabine primarie e oltre 100 cabine secondarie le funzionalità più evolute di controllo e automazione di rete favorendo anche l'integrazione delle rinnovabili.