Enel rende più bella la costiera di Amalfi

Pubblicato il giovedì, 11 febbraio 2016

È l'innovazione al servizio della bellezza. Nei comuni che popolano la costiera di Amalfi, Enel sta potenziando e interrando le linee elettriche coniugando il miglioramento del servizio con la valorizzazione di uno dei più bei paesaggi al mondo.

La Divina costiera, come la definisce la tradizione, ha conquistato con la sua bellezza lo sguardo di scrittori e artisti come Boccaccio ed Escher e oggi richiama turisti da tutto il mondo che raggiungono i 13 comuni affacciati sul golfo di Salerno attratti dal mare e dai paesaggi che nel 1997 hanno portato l'UNESCO a inserire la Costiera tra i 50 siti italiani patrimonio dell'umanità.

La vista sul mare in diversi punti della costa sta riconquistando in questi ultimi mesi il suo antico splendore grazie al lavoro di Enel che ha avviato un programma per interrare i cavi eliminando i tralicci in calcestruzzo, costruiti negli anni Sessanta e Settanta del secolo scorso, che sino a oggi ingombravano la visuale in molti luoghi panoramici suggestivi.

Tra gli interventi più recenti quello a Conca dei Marini, località famosa in particolare per la baia, la Grotta dello smeraldo e i suoi edifici storici. Enel è intervenuta nei pressi della chiesa di San Giovanni Battista, meglio conosciuta come chiesa di Sant'Antonio da Padova, patrono del paese. Posto su un a sporgenza rocciosa che domina il mare, l'edificio religioso è stato "liberato" dalla presenza di un traliccio che disturbava lo scorcio panoramico ed è stata contestualmente potenziata la rete di distribuzione della zona.

A Positano e Praiano tecnici di Enel stanno potenziato il servizio di distribuzione rinnovando i cavi elettrici ed interrandoli con interventi svolti per lo più durante le ore notturne per ridurre i disagi e limitare le ricadute sul traffico in particolare nelle zone di cantiere lungo la strada statale amalfitana.