Energia: l’innovazione è “made with Italy”

Pubblicato il venerdì, 5 febbraio 2016

Il futuro dell'energia nasce con l'Italia. Tecnologie e innovazioni che stanno trasformando il nostro modo di vivere e utilizzare l'elettricità crescono e si diffondono grazie al know how tricolore. E nel mondo diventa sempre più importante il brand del "made with Italy" perché il Belpaese può offrire esperienze e competenze che servono a costruire reti e città intelligenti, diffondere la mobilità elettrica, integrare sempre di più le rinnovabili nel sistema energetico e molto altro ancora.

Smart grid e smart city sono progetti nei quali il "made with Italy" ha una lunga storia che si collega alla leadership Enel nell'ambito dello smart mettering. Il contatore elettronico, che per primi abbiamo sviluppato a livello internazionale e già diffuso in Italia con oltre 30 milioni di apparecchi, è lo snodo centrale delle reti intelligenti e del loro ingresso nelle abitazioni di tutti i cittadini.

La diffusione dei contatori elettronici, che dall'Italia hanno già cominciato a diffondersi anche in Spagna e Romania e in alcuni Paesi dell'America Latina, è una missione per Enel. L'esperienza e le competenze tecnologiche maturate con il progetto Telegestore sono alla base di numerose iniziative tra le quali l'associazione no profit Meters and More avviata da Enel per la diffusione a livello internazionale del protocollo aperto di comunicazione alla base del sistema di telegestione sviluppato per la prima volta in Italia. Fanno parte dell'associazione aziende di distribuzione elettrica, meter manufacturer, fornitori di servizi tecnologici, system integrator e istituti di ricerca e certificazione provenienti da tutto il mondo. 

I sistemi di accumulo di energia sono una delle frontiere più avanzate dell'innovazione che apre a nuovi scenari sia per quanto riguarda l'integrazione delle rinnovabili nel sistema energetico sia per lo sviluppo di un nuovo modo di generare, distribuire e consumare l'elettricità.

Collaboriamo con diversi partner industriali internazionali impegnati nello sviluppo delle nuove tecnologie di storage per introdurle nei diversi ambiti della nostra attività operativa. In Italia abbiamo avviato i primi due progetti del Paese per l'integrazione dei sistemi di accumulo con impianti alimentati da fonti rinnovabili - il campo fotovoltaico di Catania e il parco eolico di Potenza Pietragalla (Cosenza) - e abbiamo dato vita, già dal 2011, al Progetto Isernia dove lo storage è inserito  in un ampio sistema di generazione distribuita progettato e implementato in ottica smart grid.

La mobilità elettrica coinvolge sempre più settori industriali e ambiti istituzionali. Lavoriamo insieme a case automobilistiche, aziende di ICT e TLC, amministrazioni pubbliche, centri ricerca e altri operatori energetici per sviluppare infrastrutture di ricarica dei veicoli, tecnologie da implementare sulle auto e modelli di interoperabilità che permettano facile accesso ai "distributori" elettrici a livello territoriale.

L'esperienza maturata in Italia, dove la e-mobility di Enel ha iniziato ad andare su strada già dal 2008, ci ha portato oggi a collaborare con le principali case automobilistiche per sviluppare sistemi di ricarica rapida e innovativi – tra gli esempi le "colonnine" fast recharge e la tecnologia Vehicle to grid – e con network internazionali per individuare standard internazionali che rendano sempre più diffuse le auto elettriche.

Le tecnologie delle rinnovabili stanno vivendo un costante sviluppo. Ormai diventati centrali nello scenario energetico globale, eolico, solare e geotermia non crescono solo in numero di impianti e MW installati ma anche in soluzioni innovative.

I Big Data per rendere sempre efficienti impianti fotovoltaici e manutenere wind farm, i sistemi idraulici di nuova generazione per le perforazioni geotermiche ma anche i prototipi per utilizzare il l'energia del mare sono esempi di innovazioni che prendono forma in Italia per crescere anche all'estero. È il "made with Italy" che collega infatti il distretto della geotermia di Enel Green Power in Toscana con l'impianto di Cerro Pabellón in Cile e quello di Stillwater negli Stati Uniti, le macchine marine R115 e ISWEC con il centro ricerca cileno per lo sviluppo della marine energy che vede la partnership tra EGP e DNCS.

In un mondo nel quale l'innovazione ha una dimensione sempre più globale e vive di dinamiche collaborative, l'Italia svolge un ruolo guida nella trasformazione del settore energetico grazie a un know how decennale che Enel sta aprendo al mondo con progetti e partnership che crescono all'insegna del "made with Italy".