L’auto elettrica in tre mosse

Pubblicato il lunedì, 7 marzo 2016

Raggiungere le colonnine di ricarica con facilità, fare il "pieno elettrico" in poco tempo, poter scegliere il distributore liberamente. Le esigenze che accomunano i guidatori della e-mobility e le domande che si pongono i curiosi delle quattro ruote a emissione zero sono molto simili. Perché una volta acquistata un auto elettrica, sia full-electric o plug-in, bisogna sapere il modo più semplice e comodo per utilizzarla nella vita di tutti i giorni così come ci siamo abituati con le auto tradizionali alimentate a combustibile.

Un efficace sistema e-mobility si basa su tre elementi principali sui quali utility dell'energia, case automobilistiche e amministrazioni pubbliche sono chiamate a lavorare in sinergia occupandosi della parti di rispettiva competenza:

  • Ricarica: le cosiddette "colonnine", private e pubbliche, devono essere diffuse sul territorio, facilmente individuabili e accessibili, in grado di farci fare il pieno rapidamente e in sicurezza;
  • Sistema: l'infrastruttura della e-mobility deve essere integrata in modo armonico nella rete di distribuzione per garantire un servizio efficace, non generare o patire squilibri e poter beneficiare delle soluzioni intelligenti che le smart grid implementano.
  • Interoperabilità: il "guidatore elettrico" vuole poter fare il pieno utilizzando qualsiasi colonnina di ricarica senza dover andare per forza in cerca di quella del proprio fornitore di elettricità;

Accessibilità, usabilità e qualità del servizio sono i risultati dell'efficace mix di soluzioni che rispondono a questi tre elementi, fondamentali tanto per la diffusione quanto per l'efficienza operativa di ogni sistema di e-mobility.

La e-mobility di Enel offre soluzioni all'avanguardia sia per quanto riguarda i sistemi di ricarica, sia il complesso dell'infrastruttura e la sua integrazione nella rete di distribuzione sia per le soluzioni di interoperabilità.

Le colonnine elettriche di Enel utilizzano la tecnologia del contatore elettronico e nascono per soddisfare le diverse esigenze e stili di vita dei clienti. Abbiamo infatti creato un sistema di ricarica all'avanguardia basato sulla presenza di quattro tipologie di stazioni di ricarica:  

  • Box station, per la ricarica domestica, composta da un contatore installato nel garage o box; permette di fare il carico di energia comodamente dal garage di casa (a 3 kW ricarica in 6/8 ore) 
  • Pole station è la colonnina installata in strada, in punti strategici per la mobilità opportunamente concordati con le amministrazioni locali (fino a 22 kW ricarica anche in un'ora). 
  • Fast Recharge è la colonnina a 43 kW in corrente alternata (ricarica in circa 30 minuti) 
  • Fast Recharge Plus garantisce una ricarica completa in 20-30 minuti e permette di ricaricare 3 veicoli contemporaneamente, a 22kW o 43kW in corrente alternata e a 50 kW in continua

Efficienza ed efficacia dell'infrastruttura sono garantite da Enel attraverso il sistema di controllo Electric Mobility Management (EMM) composto da tre moduli principali: il Power Grid Control per il controllo della rete; l'Infrastructure Management System per la gestione dell'infrastruttura; il Contracts Management System per la gestione dei contratti. L'EMM rappresenta il fiore all'occhiello della soluzione di Enel Distribuzione per la mobilità elettrica e permette di supervisionare in tempo reale sia l'intera rete di infrastruttura, sia il singolo processo di ricarica, con una verifica costante dei dati di consumo con relativo importo che il cliente troverà addebitato in bolletta. 

L'interoperabilità dei punti di ricarica è un risultato che Enel ottiene coniugando lo sviluppo tecnologico dei propri sistemi con collaborazioni e partnership ad ampio raggio che coinvolgono pubbliche amministrazioni, utility dell'energia e aziende di TLC e IT. La chiave di ingresso in questo mondo, nelle mani del guidatore elettrico, è la card personalizzata (RFID) che permette il riconoscimento del cliente e attiva la ricarica in modo personalizzato, basandosi sull'effettiva disponibilità della stazione, sulle tariffe dei gestori di energia e sulla modalità di ricarica. Inoltre, la card è necessaria per attivare e interrompere il processo di ricarica stesso, in linea con i più elevati standard di sicurezza internazionali.