Friuli: Enel al fianco della Protezione civile

Pubblicato il venerdì, 22 aprile 2016

Collaborare per rendere sempre più efficace il servizio elettrico e sicuro il lavoro degli operatori sul territorio, anche in situazioni di emergenza. Sono gli obiettivi fondamentali del Protocollo d'intesa siglato il 19 aprile tra Enel e Regione Friuli Venezia Giulia.

L'accordo, sottoscritto dalle due parti nella sede regionale della Protezione civile a Palmanova, prevede in particolare:

  • collaborazione nelle attività di previsione, prevenzione e gestione dei rischi nei contesti emergenziali derivati, ad esempio, da incendi boschivi o da nevicate eccezionali;
  • corsi di formazione per operatori e volontari della Protezione civile che si possano trovare a dover operare in prossimità di linee elettriche in situazione di calamità;
  • la costituzione di un Gruppo di lavoro congiunto, per definire il programma di attività al fine di rendere operativo l'accordo sottoscritto.

Qualità del servizio elettrico, tutela del territorio e sicurezza degli operatori della Protezione civile sono gli elementi che caratterizzano il protocollo d'intesa ideato per garantire o ripristinare il collegamento elettrico nel minor tempo possibile nel caso di emergenze.

Il ciclo di percorsi formativi congiunti previsto dall'accordo ha l'obiettivo di facilitare la collaborazione incrementando la conoscenza dei rispettivi modelli organizzativi tra Enel e la Protezione civile.

La Regione Friuli Venezia Giulia è la prima regione del nord Italia a sottoscrivere questo tipo di Protocollo con Enel, in precedenza siglato anche da Lazio, Sardegna, Calabria e Sicilia. L'accordo ha validità di due anni e potrà essere rinnovato alla scadenza; l'attuazione non comporta alcun onere finanziario per Enel e Regione.