Il “dietro le quinte” dell’energia

Pubblicato il lunedì, 18 aprile 2016

I numeri dell'energia di Enel per l'Italia parlano di oltre 1milione di km di linee elettriche, più di 450 mila cabine tra primarie e secondarie, 32 milioni di contatori elettronici, oltre 600 impianti di generazione. Un sistema capillare e diffuso che, da decenni, ogni giorno serve la vita quotidiana di persone e imprese lungo tutta la Penisola.

Tecnologie e impianti di Enel evolvono continuamente portando innovazione nelle centrali, lungo le linee elettriche e nelle case degli italiani. L'evoluzione degli impianti di produzione, tradizionali e rinnovabili, la digitalizzazione della rete di distribuzione in ottica smart grid, l'implementazione dei contatori elettronici di seconda generazione sono esempi di questo costante percorso di miglioramento del servizio nel suo complesso.

Infrastrutture e apparecchiature contribuiscono a rendere sempre più evoluto ed efficace il nostro modo di produrre e consumare energia. Ma l'evoluzione dell'intero settore elettrico italiano verso una dimensione sempre più sostenibile ed efficiente non è solo questione di innovazione e sviluppo di clean e smart technology.


Il valore delle persone, il loro lavoro negli impianti e sul territorio sono il capitale umano che rende possibile la qualità del servizio quotidiano, la manutenzione ed evoluzione di centrali e reti, l'intervento per rispondere con rapidità ad emergenze e nuove esigenze. 


Il "dietro le quinte" dell'energia vede impegnati ogni giorno e insieme ingegneri, ricercatori, tecnici e operai: uomini e donne che rappresentano il volto di Enel in tutta Italia e sono primi testimonial di un nuovo modo di concepire il mondo dell'energia per il Bel Paese ma anche per il mondo intero.

L'Italia laboratorio di innovazione è una realtà in grado di esportare nel mondo le eccellenze ideate e cresciute nella Stivale: lo sviluppo delle reti intelligenti in America latina ha radici tricolore così come la geotermia negli Stati Uniti o in Cile e la mobilità elettrica in Europa. Progetti innovativi e pluripremiati come l'impianto ibrido rinnovabile di Stillwater o Smart City Santiago sono frutto di un lavoro che parte dall'Italia e dall'operatività sul territorio del personale Enel. Il concentrato di nuove tecnologie realizzato da Enel per EXPO 2015 è la sintesi delle migliori esperienze maturate in Italia lontano dalle luci della ribalta a Val di Vara in Liguria o a Taurianova in Calabria, ma anche in Campania, Puglia e Sicilia.

I campioni del "made in Italy" sono spesso sconosciuti al grande pubblico, ma stimati e ricercati a livello globale nei loro ambiti professionali; tra questi tanti lavorano in Enel e sono partiti dall'Italia per portare nel mondo quelle competenze e conoscenze che contribuiscono a rendere il Gruppo un punto di riferimento per l'intero settore energetico. Dietro ogni innovazione tecnologica e ogni nuovo impianto infatti c'è sempre una persona o un gruppo che ne rendono possibile la realizzazione.