Le Centrali aperte di Enel, una casa comune per il territorio

Pubblicato il venerdì, 27 maggio 2016

Dal Parco del Pollino alle rive dell'Adda, dalla Toscana alla Sicilia. Le centrali di Enel in Italia tornano ad accogliere i cittadini per la nuova edizione di Centrali Aperte, la manifestazione che ormai da molti anni vede gli impianti trasformarsi in luogo di incontro, giochi, cultura e spettacolo.

Da maggio sino a novembre il calendario di appuntamenti di Centrali Aperte è fitto di appuntamenti è interessa tutte le regioni italiane. Impianti storici e recenti diventano luogo di incontro con il territorio in perfetto stile "Open power".

I primi appuntamenti con l'edizione 2016 della manifestazione hanno confermato il grande apprezzamento delle comunità locali per questo singolare format che trasforma gli impianti in uno spazio pubblico dove le scuole possono portare i loro studenti a scoprire il mondo dell'energia, le famiglie passare insieme insolite giornate di svago, e grandi e bambini coinvolti in giochi collettivi, incontri e spettacoli.

La centrale a biomasse del Mercure è stata una delle prime ad aprire le sue porte per l'edizione 2016 della manifestazione. E la giornata del 21 maggio è stato un esordio di successo per l'impianto che, per la prima volta, si svelava al pubblico nella sua nuova veste di centrale alimentata da fonte rinnovabile dopo la riconversione realizzata di recente da Enel

 

"Aprire la centrale è per noi un segno di trasparenza nei confronti di tutti. Vogliamo che i cittadini possano rendersi conto di come produciamo energia utilizzando moderni sistemi ambientali e usando la massima attenzione allo sviluppo del territorio".

Matteo Fallucca, responsabile della produzione Enel Mercure, Rossano e Bari


Centrali Aperte è un'occasione per conoscere il lavoro quotidiano di Enel e il suo impegno per produrre energia in modo sempre più efficace e sostenibile, ma anche un modo per rendere ancor più evidente lo stretto legame dell'azienda con il territorio.

Nel corso dell'edizione 2016 da poco iniziata, imprese, amministrazioni e comunità locali sono protagoniste. Soprattutto negli appuntamenti presso le centrali di Enel Green Power sono previste aree tematiche dove professionisti, artisti, imprenditori e produttori locali avranno la possibilità di mettere in mostra le proprie competenze e professionalità attraverso l'esposizione del frutto del loro lavoro.

A Trezzo sull'Adda, la storica centrale idroelettrica Taccani ha accolto nei suoi spazi centinaia di cittadini e curiosi insieme ad apicoltori, artisti, agricoltori e artigiani. Lo scenario spettacolare dell'impianto, famoso anche per la sua architettura liberty - anche la BBC le ha dedicato uno speciale - ha infatti visto la partecipazione dell'eccellenze del territorio a cavallo tra la provincia di Bergamo e Milano che hanno potuto mettere in mostra la loro professionalità e raccontare anch'essi il loro lavoro quotidiano al servizio delle comunità.