Montalto di Castro e Porto Tolle Nuova vita per le centrali con Futur-E

Pubblicato il venerdì, 13 maggio 2016

Futur-E apre una nuova stagione per due impianti storici di Enel, le centrali termoelettriche di Montalto di Castro (Viterbo) e Porto Tolle (Rovigo), coinvolte nel progetto di riqualificazione dei 23 siti ormai non più in esercizio.

Il 5 e l'11 maggio, con due conferenze stampa dedicate presso gli impianti, sono stati presentati i rispettivi e distinti progetti per individuare proposte innovative e sostenibili per riqualificare e acquisire i due siti industriali.

Per contribuire a dare un nuovo futuro alle centrali di Porto Tolle e Montalto di Castro i soggetti interessati a presentare progetti e acquisire ogni sito singolarmente potranno presentare le proprie Manifestazioni d'interesse a partire dal 24 Maggio, alle condizioni specificate negli avvisi che saranno pubblicati contemporaneamente sul sito Futur-E il giorno stesso. Le proposte progettuali, complete di allegati tecnici e Proposta vincolante di acquisto relative al singolo impianto d'interesse, dovranno pervenire entro e non oltre il 3 Ottobre 2016.

 

 

Le manifestazioni d'Interesse saranno sottoposte a una verifica preliminare volta ad accertare il possesso dei requisiti previsti. Una volta superata questa selezione sarà possibile partecipare alla seconda fase della procedura che prevede l'invio di offerte vincolanti, contenenti una proposta progettuale per la riqualificazione dell'area e un business plan comprensivo di offerta economica per l'acquisizione del sito.

La valutazione delle proposte sarà affidata in entrambi i casi a una commissione tecnica che verificherà l'idoneità delle soluzioni presentate per la riqualificazione e valorizzazione delle rispettive aree, con particolare attenzione alle opportunità e alle esigenze delle comunità locali, già sondate anche per mezzo di mirati piani di ascolto, e a specifici requisiti di sostenibilità, fattibilità, parametri economici e ricadute occupazionali per i territori limitrofi i due impianti.

Dopo le centrali di AlessandriaPietrafittaRossanoCarpi e Camerata Picena - senza dimenticare Porto Marghera, venduta nel novembre 2015  -  altri due impianti impianto Enel attualmente coinvolti nel progetto Futur-E aprono quindi un nuovo capitolo della loro storia.