Enel al WAO 2016 con makers e artigiani digitali

Pubblicato il mercoledì, 1 giugno 2016

Per i creativi digitali della Toscana l'appuntamento è il 4 e il 5 giugno al Polo Tecnologico di Navacchio, vicino Pisa. Fab Lab organizza infatti la prima edizione del We Are Open Festival, manifestazione dedicata alla creatività e all'innovazione digitale dal basso che si propone di portare all'attenzione del grande pubblico la rivoluzione sempre più dirompente dei makers.

Enel è main partner di WAO 2016 e guarda a startup, imprese 2.0 e makers come ai nuovi protagonisti della trasformazione digitale in atto.

Considerati poco più di inventori artigianali sino a pochi anni fa , poco in vista sia nel mondo del grande business che per i comuni cittadini, i makers digitali oggi sviluppano robot per la meccanizzazione del lavoro, droni per la sicurezza di impianti industriali e territori, soluzioni per il settore biomedicale, stampanti 3d applicate alle più diverse industry e persino razzi per lo studio dell'atmosfera.

I makers sono diventati essenziali per l'innovazione di interi settori produttivi e al "made in Italy", famoso in tutto il mondo, si sta ormai affiancando il "make in Italy" realizzato da questi artigiani 3.0

WAO 2016 è il primo festival in Toscana a celebrare l'inventiva e la creatività dei makers a servizio di scuole, aziende e istituzioni. Divulgazione, condivisione di conoscenza e progetti, ma anche opportunità di business sono gli obiettivi del festival che offre a partecipanti e visitatori la possibilità di scegliere modalità diverse per vivere l'esperienza dell'evento.

 

We are open è un evento aperto alle idee. Il programma include attività rivolte alle scuole, ai maker, alle famiglie e alle aziende: vuole mettere in relazioni questi "mondi" sotto il segno dell'innovazione.


Il programma di WAO 2016 si articola in quattro aree: Partner, Atelier digitale, Workshop ed Expo. Sul palco allestito nel Fab Lab Toscana sono previsti light talk con makers ed aziende; studenti, bambini e ragazzi potranno cimentarsi nella Scuola digitale e nel Fab Kids; tutto l'evento darà continue opportunità a makers e artigiani digitali per far conoscere i loro progetti 4.0. Durante il Festival verranno tenuti workshops e dimostrazioni di fabbricazione digitale grazie alle macchine presenti al Fab Lab e a quelle messe a disposizione dagli espositori.

 

Per studenti di istituti superiori e universitari il Festival offre un programma ricco di attività interattive con la possibilità di scoprire in diretta robot, stampanti 3D, applicazioni IoT e molto altro ancora

 

I workshop della prima giornata offriranno una panoramica generale delle tecnologie a disposizione per la realizzazione di oggetti secondo la visione dell'Internet of things e forniranno esempi pratici di prodotti in commercio e di progetti open-hardware a disposizione della comunità.

Nel pomeriggio del 4 maggio è prevista una sessione di approfondimento, rivolta ad aziende e professionisti, per analizzare le nuove opportunità offerte agli sviluppatori di sistemi di monitoraggio, tracking e logistica dalle tecnologie LPWAN (Low Power Wide Area Network), reti geografiche a basso consumo che puntano su velocità molto ridotte andando oltre la rete cellulare e funzionando su piccoli dispositivi con batterie in grado di durare mesi.

Il 5 maggio ampio spazio all'artigianato digitale con workshop dedicati a PaperCraft 3D, gioielleria e pelletteria 4.0 realizzati con l'utilizzo di macchinari all'avanguardia in grado di realizzare prototipi e oggetti di design rapidamente ed a basso costo.

Il Festival WAO 2016 si inserisce nel calendario di oltre 400 eventi organizzati in occasione della European Maker Week, promossa dalla Commissione Europea e realizzata da Maker Faire Rome e StartUp Europe.